Bonus 1000 euro, scadenza al 4 febbraio per il riesame delle domande di indennità respinte

I lavoratori che hanno visto le proprie domande di bonus 1000 euro respinte potranno fare riesame entro il 4/02: le informazioni comunicate con il messaggio Inps 143/2021.

Si torna a parlare di bonus 1000 euro. Arrivano infatti importanti aggiornamenti per quei lavoratori che si sono visti respingere la propria domanda di accesso al beneficio da parte dell’Inps. In particolare, l’ente pubblico di previdenza ha ricordato all’interno del recente messaggio numero 143 dello scorso 15 gennaio 2021 le regole da seguire per poter inoltrare il proprio ricorso.

La misura interessa un’ampia platea di lavoratori rimasti esclusi dalla disoccupazione, dalla cassa integrazione e dagli altri provvedimenti di welfare attivati dal governo dopo la diffusione del coronavirus. Al fine di estendere la rete di protezione sociale, è stato infatti istituito un apposito bonus destinato ai lavoratori dipendenti stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali. Ai lavoratori in somministrazione del turismo e ai lavoratori stagionali.

Rientrano nel beneficio anche i cosiddetti lavoratori intermittenti, oltre agli autonomi che risultano privi di partita iva e che non sono iscritti ad altre forme obbligatorie di previdenza (casse professionali). Infine, la tutela è stata estesa anche agli incaricati alle vendite a domicilio, ai lavoratori dello spettacolo e ai dipendenti a tempo determinato del settore turistico e termale.

Bonus 1000 euro: le informazioni da conoscere in merito alle richieste di riesame

Stante il quadro della situazione, all’interno del recente messaggio l’Inps fornisce le indicazioni da seguire per coloro che si sono visti respingere la domanda. Il cittadino può procedere alla richiesta di riesame attraverso il link “esiti” disponibili all’interno della propria area riservata Inps. In alternativa, può rivolgersi all’apposita casella email: riesamibonus600.nomesede@inps.it.

Secondo quanto evidenziato dall’ente, l’istruttoria parte in modalità automatica. Al seguito del riesame sarà quindi fornito un riscontro, con la possibilità per le sedi territoriali di concedere l’indennità in base ai criteri previsti dal decreto Ristori e in presenza effettiva dei requisiti (con successivo accoglimento della domanda di riesame). La scadenza per l’inoltro della pratica da parte del potenziale beneficiario dell’indennità è fissata al prossimo 4 febbraio 2021.