Bonus Covid 1.000 euro: scadenza domanda e requisiti

Bonus Covid 1.000 euro: scadenza domanda e requisiti

Su allunga il termine per la presentazione delle domande per i bonus del decreto Ristori.

Il decreto Ristori ha confermato un bonus Covid da 1.000 euro per alcune categorie di lavoratori. E adesso l’Inps, con una nuova circolare ha chiarito alcune particolarità della misura, in primo luogo la scadenza delle domande per una parte di potenziali beneficiari. Infatti, anche se il decreto Ristori prevede l’erogazione automatica del bonus, c’è chi deve per forza presentare domanda.

La nuova circolare Inps e la data di scadenza delle domande

Tramite circolare, l’Istituto di previdenza sociale italiano ha chiarito diversi aspetti del nuovo bonus. Per quanto riguarda la scadenza delle domande, l’Istituto ha specificato che ci sarà più tempo per effettuare le istanze.Dalla originaria scadenza del 30 novembre si è passati al 18 dicembre.

Il bonus riguarda gli stagionali e i lavoratori con contratto di somministrazione del settore turismo e degli stabilimenti balneari e termali (anche i lavoratori dello spettacolo e gli intermittenti).

In pratica, alcuni tra i soggetti che maggiormente hanno pagato lo scotto delle chiusure e del lockdown. La domanda deve essere presentata però, solo da chi non ha mai presentato domanda per i precedenti bonus.

Per gli altri infatti, il bonus da 1.000 euro sarà automatico. Infatti chi ha già percepito le precedenti indennità inserite con i tanti decreti emergenziali, dal decreto Cura Italia a decreto Rilancio e fino al decreto Agosto, non dovrà produrre alcuna domanda e l’indennizzo sarà erogato automaticamente tramite bonifico su conto corrente indicato nelle precedenti domande o tramite bonifico domiciliato presso Poste italiane.

Cosa serve per ottenere il bonus

Dopo aver chiarito che la presentazione dell’istanza per il bonus del decreto Agosto è di fatto decisiva per evitare di dover inoltra di nuovo domanda, l’Inps nella circolare approfondisce i dettagli della misura. La domanda non scade oggi 30 novembre, ma ci sarà tempo fino al 18 dicembre prossimo.

E potranno presentare istanza anche coloro i quali si sono visti respingere il precedente bonus richiesto proprio nel decreto Agosto. L’adempimento quindi è il medesimo sia per chi ha prodotto domanda, poi respinta, col decreto Agosto che per chi deve presentarla la prima volta.

Nello specifico quindi, potranno ottenere il benefit o potranno richiederlo, i lavoratori stagionali, i lavoratori a tempo determinato, i lavoratori in somministrazione che lavorano nei settori del turismo o degli stabilimenti termali, i lavoratori intermittenti quelli che svolgono vendite a domicilio, i lavoratori dello spettacolo i lavoratori autonomi occasionali.

Per i lavoratori stagionali, la domanda è possibile a condizione che l’attività di lavoro sia stata interrotta involontariamente nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 29 ottobre 2020 e sempre nello stesso periodo occorrono almeno 30 giornate di lavoro. Occorre anche non essere titolari di pensioni dirette e non essere beneficiari della Naspi, oltre che naturalmente di un rapporto di lavoro in corso.