Bollo auto: conviene pagarlo con il cashback o con l’addebito in conto?

Quest’anno è possibile pagare il bollo auto sfruttando il cashback di Stato e ottenendo quindi un rimborso del 10%. In alcuni casi però conviene di più l’addebito in conto corrente. Scopriamo come risparmiare di più.

Il bollo auto ha tre scadenze: una a dicembre, una ad aprile e una ad agosto. Per la scadenza di dicembre è possibile effettuare il pagamento entro la fine di gennaio, ma i cittadini residenti in Lombardia e Piemonte dovranno effettuare il pagamento entro il 20 gennaio perché le due regioni hanno anticipato il termine ultimo per saldare il bollo auto scaduto a dicembre 2020.

Quest’anno esiste la possibilità di risparmiare denaro quando si paga il bollo auto, infatti è possibile sfruttare il cashback con rimborso del 10%. In alcuni casi però risulta ancora più vantaggioso l’addebito in conto corrente, scopriamo come conviene pagare il bollo auto per risparmiare il più possibile.

Pagare il bollo auto con il cashback del 10%

Quest’anno è possibile pagare il bollo auto con il cashback di Stato, ossia è possibile ricevere un rimborso del 10% sulla cifra pagata per saldare il bollo della propria vettura. Ricordiamo infatti che il programma ordinario è partito il 1° gennaio 2021 subito dopo la fine dell’Extra Cashback di Natale terminato il 31 dicembre 2020.

Questo bonus consiste in un rimborso del 10% per tutte le spese effettuate nei negozi fisici pagando attraverso metodi di pagamento elettronici e tracciabili come carta di credito, carta di debito, carta prepagata, app mobile e bancomat.

Tra le spese che danno diritto al cashback ci sono anche quelle relative al bollo auto, ma per poter ottenere il rimborso è necessario tenere a mente qualche regola ben precisa. La principale cosa da tenere a mente è che il versamento di denaro dovrà avvenire di persona e non online oppure tramite addebito sul conto corrente.

Il diritto al rimborso del 10% si ottiene infatti solo pagando la tassa automobilistica presso le tabaccherie abilitate, le agenzie ACI, gli uffici postali e in qualsiasi altro esercizio fisico che consenta il pagamento di questa imposta usando un terminale Pos.

Dal momento che il bonus cashback prevede un rimborso pari ad un massimo di 15 euro per ogni singola transazione. È quindi evidente che anche i bolli auto di importo superiore a 150 euro vedranno un rimborso sempre non maggiore a 15 euro.

Pagare il bollo auto con l’addebito in conto

In Italia attualmente sono solo due le Regioni che offrono lo sconto a chi decide di pagare il bollo auto attraverso la domiciliazione bancaria. Solamente i cittadini che abitano in Lombardia e in Campania potranno infatti scegliere di pagare la tassa automobilistica in questo modo ottenendo uno sconto.

In Lombardia lo sconto per chi sceglie l’addebito in conto corrente è del 15%, per cui è chiaro che i cittadini dovrebbero optare per questo metodo di pagamento per risparmiare. La Campania offre invece una riduzione del 10% sulla spesa effettuata per pagare il bollo della propria vettura, di conseguenza si tratta di uno sconto pari a quello previsto anche dal cashback di Stato.

Il vantaggio della domiciliazione in conto corrente sta però nel fatto che il rimborso verrà riconosciuto sull’intera somma pagata anche se essa supererà i 150 euro. Inoltre, con l’addebito in conto corrente si riceverà uno sconto immediato e non si dovrà attendere mesi come nel caso del cashback. Ricordiamo infatti che le spese effettuate da gennaio a giugno con il cashback verranno rimborsate nel mese di gennaio.