Autore: Patrizia Del Pidio

Invalidità

Aumento pensione invalidità: in arrivo il 2 novembre con gli arretrati, è ufficiale

E’ ufficiale, l’aumento della pensione di invalidità agli invalidi civili totali arriverà, con gli arretrati dovuti dal 20 luglio 2020, il prossimo 2 novembre.

Finalmente gli invalidi civili totali cui spetta l’incremento al milione possono avere una data su cui fare conto per il tanto atteso aumento: il 2 novembre (visto che il 1 novembre è festa). La sentenza della Corte Costituzionale dello scorso giugno, recepita dal governo ed inserita nel decreto Agosto, finalmente trova applicazione, dopo la pubblicazione della circolare dell’INPS numero 107 dello scorso 23 settembre.

Aumento pensione invalidità dal 2 novembre

A partire dal 2 novembre (ma forse anche prima, come ipotizzeremo tra poco) gli invalidi civili totali che rientrano nei limiti di reddito stabiliti, potranno fare conto sull’aumento della pensione di invalidità loro spettante che avrà un aumento di circa 365 euro mensili, passando dagli attuali 286 euro a 651,51 grazie all’incremento al milione, che prima della sentenza in questione era riservato soltanto a coloro che avevano già compiuto i 60 anni.

Con la pensione di novembre, quindi, non solo i 365 euro in più ma anche gli arretrati spettanti dallo scorso 20 luglio.

Non è detto, però, che per chi riceve la pensione allo sportello di Poste Italiane in contanti, debba necessariamente attendere il 2 novembre: se continua il trend cui abbiamo assistito negli ultimi mesi, infatti, la pensione di novembre potrebbe anche essere pagata in anticipo a partire dalla fine di ottobre (nulla cambia, invece, per chi riceve l’accredito su conto corrente bancario per i quali i soldi saranno disponibili solo dal primo giorno bancabile del mese, il 2 novembre, appunto).

Ci pare opportuno ricordare che per chi percepisce una pensione di inabilità previdenziale, pur avendo diritto sia all’aumento che agli arretrati, è necessaria la presentazione di apposita domanda per vedersi riconoscere il beneficio.

La domanda, per avere diritto agli arretrati, deve essere presentata entro il 9 ottobre (ed in questo caso si percepiranno tutti gli arretrati dall’entrata in vigore del decreto Agosto). Per chi, invece, presenterà domanda soltanto dopo il 9 ottobre, l’aumento sarà corrisposto dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda.