Autore: Martina Bianchi

TFR

Anticipo TFS dipendenti pubblici: via libera dalla Corte dei Conti

La Corte dei Conti liquida il DL per l’anticipo, da parte delle banche, del TFS per i dipendenti del pubblico impiego

L’anticipo del TFS nel momento che si accede alla pensione per i dipendenti pubblici si fa più vicino dopo che è stato compiuto un importantissimo passo al riguardo: La Corte dei Conti ha liquidato il Decreto che fissa le modalità di accesso all’anticipo TFS ed entro pochi giorni lo stesso potrà entrare in vigore.

Anticipo TFS statali

Dopo più di un anno di attesa l’anticipo TFS sta per diventare operativo anche se manca ancora la convenzione con le banche rimasta bloccata fino ad ora.

Dopo che anche questa sarà stata sottoscritta nell’accordo ABI – INPS tutti i dipendenti pubblici che hanno avuto accesso alla pensione potranno richiedere l’anticipo delle somme di TFS spettante, fino ad un massimo di 45mila euro. Anticipo che sarà concesso dalle banche ad un interesse agevolato e che dovrà essere restituito quando il TFS spettante sarà, finalmente, liquidato.

Il decreto in questione si è reso necessario in generale perchè i dipendenti pubblici hanno tempi di attesa per la liquidazione del TFS che variano da 15 a 27 mesi, in base alla motivazione che ha portato alla cessazione del servizio, ma nel particolare da quando è entrata in vigore la quota 100: i pensionati con questa misura, infatti, rischiano di dover attendere anche oltre 6 anni per la liquidazione della prima tranche di somma spettante.

I pensionati con quota 100, infatti, vedono decorrere l’attesa dei 15 mesi solo al compimento dei 67 anni e appare ovvio che per chi ha avuto accesso alla pensione a 62 anni attendere oltre 6 anni per ricevere le somme maturate a titolo di trattamento fine rapporto appare inverosimile.

Per l’anticipo TFS che a breve sarà possibile richiedere alle banche, il prestito dovrà essere rimborsato al momento in cui effettivamente il TFS o TFR verrà erogato all’interessato; proprio sulle somme erogata sarà operata la trattenuta del prestito ricevuto a titolo di anticipo.