Autore: Caterina Perna

Scuola

27
Nov

Anno di prova e formazione: dettagli sull’attività di visiting

Le visite nelle scuole innovative, si effettuano a domanda degli interessati, per un massimo di 3.000 docenti.

Nel processo formativo, previsto per l’anno di prova e formazione dei docenti neoassunti in ruolo, con passaggio di ruolo e docenti Fit, sono previste 12 ore da dedicare ai laboratori formativi. I laboratori formativi saranno strutturati in incontri a piccoli gruppi, con la guida operativa di un tutor-formatore. La durata dei moduli – in base ai contenuti, al livello di approfondimento e alla dimensione operativa – può essere variabile (di 3 ore, di 6 ore o più).

Quanto alle tematiche da affrontare sono quelle indicate nell’articolo 8 del DM 850/2015:

  • a. nuove risorse digitali e loro impatto sulla didattica;
  • b. gestione della classe e problematiche relazionali;
  • c. valutazione didattica e valutazione di sistema (autovalutazione e miglioramento);
  • d. bisogni educativi speciali;
  • e. contrasto alla dispersione scolastica;
  • f. inclusione sociale e dinamiche interculturali;
  • g. orientamento e alternanza scuola-lavoro;
  • h. buone pratiche di didattiche disciplinari.
  • i. temi dell’educazione alla sostenibilità.

Per alcuni docenti, i laboratori formativi potranno essere sostituiti da attività di visiting in scuole a carattere fortemente innovativo. Tale attività potrà avere la durata massima di due giornate di “full immersion” nelle scuole accoglienti; è considerata sostitutiva (in parte o in tutto) del monte-ore dedicato ai laboratori formativi. Essa potrà avere per una durata massima di 6 ore nell’arco di ogni giornata.

Visite in scuole innovative

Le visite si effettuano a domanda degli interessati, per un massimo di 3.000 docenti (secondo la ripartizione della Tabella A, pubblicata da Miur, nella quale si evidenziano il numero di docenti che può partecipare per Regione). La regione con il maggior numero di docenti in visiting, pari a 731 risulta essere la regione Lombardia, seguita dalla regione Veneto, con numero 303, di docenti in visiting.

Le visite, programmate dagli USR, sono organizzate per singoli docenti neo-assunti o di piccoli gruppi in scuole accoglienti che si caratterizzano per una consolidata propensione all’innovazione organizzativa e didattica, finalizzata a favorire il confronto, il dialogo e il reciproco arricchimento.