Ammortizzatori sociali: aggiornati gli importi per il 2021

Ammortizzatori sociali: aggiornati gli importi per il 2021

L’INPS ha recentemente aggiornato gli importi relativi a Cig, Naspi e agli altri ammortizzatori sociali. Vediamo a quanto ammontano attualmente.

Gli importi degli ammortizzatori sociali erogabili durante il 2021 sono stati recentemente aggiornati dall’INPS. A rendere noto tale aggiornamento è stato direttamente l’INPS tramite la Circolare numero 7/2021. Ogni anno infatti l’Istituto rivaluta gli importi in base all’andamento dell’indice ISTAT dei prezzi di consumo per famiglie di operai e impiegati. Tale indice questa volta ha registrato un andamento negativo e di conseguenza gli importi degli ammortizzatori sociali sono rimasti praticamente i medesimi rispetto lo scorso anno. Vediamo quali sono gli importi 2021 per la Cig e per la Naspi.

Gli importi dei trattamenti di integrazione salariale nel 2021

L’importo della Cig (Cassa Integrazione Guadagni) resta anche per quest’anno a quota 1.129,66 euro per retribuzioni superiori a 2.159,48 euro, mentre nel caso di salari inferiori la cifra dell’importo sarà di 939,89 euro. Tali importi tengono conto della riduzione del 5,84% prevista dall’articolo 26 della legge 41/1986.

Per quanto riguarda invece i trattamenti di integrazione salariale per il settore intemperie stagionali nell’edilizia, l’importo risulta essere di 1.355,58 euro nel caso di retribuzione superiore a 2.159,48 euro. Quando il salario è invece inferiore a questa cifra, l’importo dell’ammortizzazione sociale è di 1.127,87 euro. Questi importi godono di una maggiorazione del 20% rispetto alla Cassa Integrazione Guadagni.

Importi della Naspi nel 2021

La Naspi (Indennità di Disoccupazione per i Lavoratori Subordinati) è un sussidio contro la disoccupazione involontaria introdotta dal Jobs Act a partire dal 1° maggio 2015. L’importo massimo erogabile è pari a 1.335,40 euro. Ricordiamo che il valore della Naspi si ottiene sommando gli importi previdenziali degli ultimi 4 anni, dividendo il risultato per le settimane di contribuzione e moltiplicando il tutto per 4,33.

Una novità prevista per il 2021 consiste nel fatto che, nell’eventualità in cui l’importo che si ottiene è pari o inferiore a 1.227,55 euro, l’indennità sarà il 75% di questo importo. Nel caso in cui invece risulti superiore, verrà aggiunto anche il 25% della differenza tra 1.227,55 e il massimale di 1.335,40 euro. Ricordiamo comunque che la Naspi in ogni caso diminuisce del 3% al mese a partire dal primo giorno del quattro mese di fruizione.

Importi della Dis-Coll 2021

La Dis-Coll (Indennità di Disoccupazione per i Collaboratori) è un assegno contro la disoccupazione per i collaboratori che sono iscritti alla gestione separata dell’INPS. A partire dal 2017 non esiste più l’indennità di mobilità ordinaria essendo stata abrogata dalla legge 92/2012. Per chi sta continuando a utilizzarla, ricordiamo che la prestazione era agganciata al trattamento di integrazione salariale ordinaria per il primo anno (con una riduzione del 5,84%). Dopo il primo anno, viene pagato l’80% dell’importo lordo corrisposto nel corso del primo anno (senza la trattenuta del 5,84%).

Importi della disoccupazione agricola 2021

L’indennità di disoccupazione ordinaria agricola resta il medesimo rispetto lo scorso anno. Gli importi massimi stabiliti sono pari a 1.199,72 euro (massimale più alto) e 998,18 euro (massimale più basso).

Importi dell’Assegno per attività socialmente utili

L’assegno per attività socialmente utili è riservato ai lavoratori che impiegati in lavori utili dal punto di vista sociale. L’importo resta in questo caso fermo a 595,93 euro.