Autore: B.A

Assunzioni

2000 posti di lavoro per OSS e 1.000 per infermieri, scadenza 30 settembre: requisiti e informazioni

Avviso pubblico per manifestazioni di interesse per posti di lavoro come Operatore Socio Assistenziale, possibilità di 2.000 inserimenti.

Carenza di personale infermieristico e di operatori socio assistenziali hanno spinto Azienda Zero a emettere un avviso pubblico indirizzato a raccogliere manifestazione di interesse da potenziali interessati, al fine di creare elenchi di personale infermieristico e Oss per le strutture socio sanitarie e residenziali per anziani nella Regione Veneto. Le carenze di personale stimato è di circa 1.000 infermieri e 2.000 Operatori Socio sanitari. Ecco che l’elenco delle persone, naturalmente con i requisiti adatti ai ruoli, può essere un ottimo veicolo di assunzione, per chi è alla ricerca di lavoro.

Carenza di personale aumentata per l’emergenza sanitaria

La sanità italiana è stata messa in difficoltà dall’evolversi della situazione emergenziale per il coronavirus. E la carenza di personale è aumentata in maniera esponenziale proprio in questi mesi di pandemia. Una emergenza che pur se meno grave, non è certo finita. Soprattutto nelle Regioni più duramente colpite dal virus, come il Veneto, questa carenza di personale deve essere affrontata.

Ed è in questa ottica che Azienda Zero ha emesso un avviso pubblico diretto alla formazione di un elenco di personale socio sanitario disponibile a lavorare nelle Rsa venete. Una necessità impellente che si è acuita come detto, a seguito degli sviluppi terrificanti che la pandemia da Covid ha avuto in tutta Italia e soprattutto nelle zone del Nord.

Oss, 2.000 posti, infermieri 1.000, tutti i requisiti per ciascun profilo

Come dicevamo, mancano sia infermieri che Operatori Socio Sanitari. E nel Veneto si raccolgono le manifestazioni di interesse per la formazione di un elenco di addetti da cui attingere per fare fronte a questa richiesta di personale. Per gli infermieri serve come titolo di studio, la laurea adatta al profilo specifico o un titolo equipollente secondo la normativa vigente. Inoltre serve l’iscrizione all’albo.

Per gli Operatori Socio Sanitari invece, serve la qualifica di Operatore Socio Sanitario, o titolo equipollente secondo la normativa vigente. Nel dettaglio, per titolo equipollente per la professione di Operatore Socio Sanitario si intendono gli attestati di qualifica di Operatore Addetto all’Assistenza (O.A.A.) e Operatore Tecnico Addetto all’Assistenza (O.T.A.A.) rilasciati dalla Regione Veneto.

Domanda e scadenza per l’inserimento negli elenchi

Per il bando occorre sottolineare che esso resta aperto fino a copertura delle necessità assistenziali e comunque non oltre il 30 settembre 2020. Ripetiamo, la ricerca è rivolta a trovare 2.000 Operatori Socio Sanitari e 1.000 infermieri.

Il settore sanitario soprattutto in Veneto è quindi in fermento e tante sono le opportunità di lavoro. Oltre a quanto detto in precedenza, c’è per esempio, l’Ipab di Vicenza, cioè l’Istituto pubblico di assistenza e beneficenza ha indetto un concorso per 15 OSS da inserire immediatamente. Assunzione prevista a tempo indeterminato e a tempo pieno in Categoria B, posizione economica B1. La scadenza delle domande per questo bando è fissata il 6 ottobre 2020.