Autore: Giorgia De Angelis

Instagram - Facebook - Mark Zuckerberg

7
Ott

Threads di Instagram: cos’è e come funziona la nuova app di Facebook

Alla scoperta di «Threads», la nuova applicazione di messaggistica per Instagram targata Facebook.

Da qualche giorno ormai il colosso di Menlo Park ha deliziato i suoi utenti con il lancio di una novità: “Threads”, una nuova applicazione di messaggistica collegata a Instagram. Il suo arrivo - con l’anticipazione di alcune caratteristiche - era stato preannunciato da Mark Zuckerberg nel mese di agosto, quando era solamente in fase di sperimentazione.
Facebook aveva già tentato un approccio simile con l’app autonoma Direct, cancellata lo scorso maggio dagli store online a causa del mancato raggiungimento di un’audience soddisfacente.

Cos’è Threads?

Threads è un’applicazione stand-alone, capace quindi di funzionare in maniera indipendente da altri software, che consente agli utenti registrati su Instagram di condividere messaggi testuali, video e foto con una cerchia di “amici stretti”. La lista può essere creata selezionando gli amici interessati da Instagram o, volendo, direttamente dall’app stessa.

Una nuova feature, ereditata da WhatsApp, è rappresentata dalla possibilità di aggiornare il proprio Status, per mettere a conoscenza gli amici delle attività che si stanno svolgendo. È possibile selezionare uno stato predefinito, crearlo ex novo o, grazie ai servizi di geolocalizzazione, impostare l’Auto Status. Quest’ultimo fornisce alcune informazioni sul contesto in cui si trova l’utente e il livello della sua batteria, senza però fornire alcuna coordinata specifica di localizzazione.

A tal proposito non hanno tardato ad arrivare domande riguardanti la sicurezza dei dati condivisi dagli utenti. Facebook, quasi anticipando tali perplessità, ha voluto precisare che l’applicazione è stata creata con una particolare attenzione alla privacy, e che l’utente è libero di scegliere come, quando (è possibile disattivare la funzione) e con chi condividere il proprio Stato. In una sezione dedicata, inoltre, è stato dichiarato che:

le informazioni sulla localizzazione collezionate per l’Auto Status servono esclusivamente a questa nuova funzione di Threads, e non verranno utilizzate per scopi pubblicitari.

I dati raccolti saranno quindi volti solamente a rendere migliore l’esperienza utente.

Come funziona?

Una volta installata l’app, l’utente dovrà associarla al proprio account Instagram. L’interfaccia mostrata una volta aperto Threads ricorderà, di primo acchito, quella di Snapchat. La prima inquadratura è infatti quella fornita dalla fotocamera, per consentire all’utente d’iniziare a condividere fin da subito e in tempo reale alcuni scatti con le persone che riteniamo più importanti. Non è possibile, attualmente, modificare foto e video aggiungendo dei filtri come sul social network.

Sono state create anche delle “scorciatoie”, posizionate in basso nella schermata principale, per rendere l’invio dei media agli amici stretti (o alcuni di essi selezionati) ancora più diretto e veloce.
Infine, è stata messa a disposizione una chat che consente lo scambio di messaggi testuali individualmente con ogni amico o, proprio come per i direct di Instagram, all’interno di un gruppo. Le conversazioni, nonostante avvengano in una “sezione privata”, sono comunque visibili e raggiungibili dalla chat interna del social network.