Autore: Emanuela Francesca Accardi

Valeria Fedeli - Governo - Scuola - MIUR

Scuola: continua la messa in sicurezza degli edifici, ecco le novità annunciate dalla Fedeli

Scuola: continua la messa in sicurezza degli edifici scolastici. Il ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli ha annunciato tutte le novità che riguardano gli interventi previsti per i prossimi mesi. Vediamo nel dettaglio.

Scuola: continua la messa in sicurezza degli edifici scolastici su tutto il territorio nazionale.

Dopo l’annuncio di un accelerazioni sulle assunzioni dei docenti, la Fedeli ieri, in una conferenza stampa a Palazzo Chigi, ha illustrato una serie di interventi previsti per i prossimi mesi.

Un programma serrato per mettere in regola e rendere più sicuri gli edifici che ospitano scuole, troppo spesso non a norma o a cui da tempo non viene fatta adeguata manutenzione.

Un problema serio che va assolutamente risolto, ecco allora cosa ha previsto il Ministero dell’istruzione per tentare quanto meno di arginare la situazione.

Scuola: continua la messa in sicurezza degli edifici, stanziati altri 2,6 miliardi

La ministra Valeria Fedeli ha annunciato che continua a pieno ritmo il programma di messa in sicurezza degli edifici scolastici e che verranno stanziati altri 2,6 miliardi di euro per nuovi interventi.

La programmazione, che riguarda il biennio 2018 – 2020, prevede manutenzione, costruzione di nuove scuole ed operazioni volte a rendere gli edifici antisismici e più sicuri.

I fondi verranno definitivamente sbloccati nei prossimi giorni attraverso decreti ad hoc. Cosa ancora più importante la programmazione di interventi per la messa in sicurezza verrà presentata ufficialmente alla Conferenza tra il governo e le regioni.

Il fondo sarà così suddiviso:

  • 1,7 miliardi per il programma unico nazionale,
  • restante parte sarà a disposizione di enti locali per messa in sicurezza specifica.

Scuola: continua la messa in sicurezza degli edifici, i dati

La messa in sicurezza degli edifici scolastici italiani è un punto centrale della politica da qualche anno, data la disastrosa situazione in cui versano le scuole da Nord a Sud.

Il nuovo programma di interventi è però solo l’ultimo di una lunga serie di piani di intervento pensati per la messa in sicurezza degli edifici scolastici riportati sempre ieri dalla Fedeli durante la conferenza.

Un’operazione iniziata nel 2014 con una messa a disposizione di fondi, per la prima volta, oltre il miliardo di euro, che ha permesso sia la costruzione di nuove scuole, sia di iniziare l’adeguamento alle norme antisismiche che la messa in sicurezza di un gran numero di edifici.

Dal 2014 infatti sono stati dedicati all’edilizia scolastica 9,5 miliardi:

  • 4,7 miliardi agli enti locali;
  • 7.000 cantieri avviati, di cui più della metà completati oggi;
  • 303 nuove scuole, più di 200 già terminate.

Nonostante l’impegno del governo rimane ancora molto da fare nel settore dell’edilizia scolastica, come dimostra la necessità di continuare a con interventi significativi per la messa in sicurezza e non solo.