Mappa «social» del mondo, Facebook perde colpi in Russia e Africa

Mappata la diffusione dei social network nel mondo: Facebook prevale in 119 Paesi, ma indietreggia in Russia e in Africa. Avanzano Instagram e LinkedIn.

Social network e loro diffusione nel mondo: questo è il tema delle ricerche effettuate dall’esperto italiano Vincenzo Cosenza da ormai 6 anni. Per disegnare la mappa sono stati usati vari servizi di analisi del traffico, come SimilarWeb e Alexa che forniscono una stima della popolarità per nazione.

Ogni anno Cosenza aggiorna la sua mappa dei social network nel mondo ed è evidente che anche per il 2017, così come da un paio di anni a questa parte, Facebook si tiene stretto il titolo di social più popolare e più utilizzato dagli utenti.

Eppure qualcosa è cambiato negli ultimi 12 mesi e l’armata di Zuckerberg ha iniziato a perdere posizioni in ben 9 Paesi, lasciando spazio a nuovi contendenti. Ecco cosa è successo.

Facebook sovrano tra i social

Facebook ha raggiunto nel corso del 2016 ben 1,89 miliardi di utenti mensili e resta quindi il social network preferito in 119 Paesi dei 149 analizzati da Cosenza. Grazie ai nuovi dati di Alexa, lo studioso ha potuto includere altri 15 Stati nella sua analisi, ottenendo così un quadro più ampio e dettagliato della situazione mondiale, soprattutto di quella africana.

Grazie a questi nuovi dati Cosenza ha scoperto che, nonostante la presenza ancora imperante di Facebook, in realtà il colosso di Zuckerberg ha perso un certo numero di utenti in Russia, dove tende a prevalere l’interesse per alcune piattaforme autoctone, e in alcune regioni dell’Africa, in Iran e Indonesia, dove stanno guadagnando terreno Instagram e LinkedIn.

In particolare, nell’area sovietica Facebook è stato fermato in 5 territori da Odnoklassniki, in 2 da Vkontakte (due piattaforme locali facenti parte del gruppo Mail.ru) e in altri 2 da Linkedin. Curioso scoprire che in alcuni stati, come Botwana, Mozambico, Namibia, Iran e Indonesia, prevale l’interesse per Instagram e che in alcune zone dell’Africa vince LinkedIn.

Che mondo sarebbe senza Facebook? Podio conteso da Instagram, Twitter e Reddit

Appurato il predominio del social blu a livello mondiale, Vincenzo Cosenza si è chiesto: se non ci fosse Facebook chi avrebbe la meglio?

Nelle 57 nazioni analizzate, si nota una competizione serrata tra Instagram e Twitter. Il social delle immagini conquista il secondo posto in 37 Paesi, mentre quello dei «cinguettii» prevale in 8 Paesi. Nel 2016, infatti, Instagram è cresciuto fino a conquistare 600 milioni di utenti mensili, mentre Twitter è rimasto fermo a 320 milioni.

LinkedIn, il social network per il mondo del lavoro, ha conquistato ben 9 Paesi, mentre una new entry sulla scena «social» mondiale è Reddit, il forum 2.0, che si è aggiudicato la seconda posizione in 5 nazioni, ovvero Australia, Canada, Danimarca, Norvegia e Nuova Zelanda.

Per quanto riguarda l’estremo oriente, all’interno del «grande firewall» della Cina prevale QZone, mentre in Giappone Twitter con i suoi 35 milioni di utenti attivi mensili è riuscito a superare Facebook, che ne ha «solo» 25 milioni. Tuttavia, Cosenza ha voluto sottolineare che nel paese del sol levante c’è una forte presenza di network prevalentemente basati su dispositivi mobili, che sono di difficile rilevazione.