Grammy Awards 2018, chi sono i vincitori e i protagonisti della serata

Tra i vincitori dei Grammy Awards 2018 Bruno Mars è il protagonista della serata. Ma c’è stato anche spazio per il movimento #Metoo

Nella notte americana si è chiusa la cerimonia dei Grammy Awards, gli Oscar della musica. Chi sono i vincitori della 60esima edizione? Il re indiscusso della serata è stato Bruno Mars che ha vinto tutti e sei i premi per i quali era stato candidato.

Nomination e assegnazioni, chi ha vinto i Grammy Awards 2018?

Bruno Mars ha fatto incetta di premi alla cerimonia che si è tenuta al Madison Square Garden di New York.

Il cantante hawaiano ha portato a casa il prestigioso riconoscimento dell’album dell’anno e record dell’anno per 24 K Magic, e canzone dell’anno per That’s what I like. Ha anche ricevuto i grammofonini - gli equivalenti musicali delle statuette degli Oscar, per Best R&B Performance e Best R&B Song.

E’ stato invece amaro il ritorno a casa per il rapper Jay-Z, che non è stato premiato per alcuna delle nomination nelle 8 categorie in cui dominava.

A mettere in secondo piano il marito di Beyoncé e imprenditore discografico è stato Kendrick Lamar che nel 2017 ha ribaltato le classifiche rap mondiali.

Già forgiata dal riconoscimento della rivista musicale Pitchfork come miglior album dell’anno, l’ultima fatica di Lamar, DAMN, è stata giudicata nella notte newyorkese come Best Rap Album. Lamar, che ha totalizzato 5 grammofonini, ha ricevuto il riconoscimento Best Video Music per HUMBLE, e Best Rap/Song Performance per Loyalty, cantata insieme a Rihanna.

Grande vincitore nella categoria pop è stato Ed Sheeran che si è aggiudicato i premi Best Pop Vocal Album per la canzone Divide e migliore Best Pop/Song Performance con Shape Of You.

Il cantautore canadese Leonard Cohen, scomparso a novembre 2016, ha ricevuto il Grammy per l’Album Rock dell’anno con You Want It Darker.

Dave Grohl con i Foo Fighters ha portato a casa il grammofonino per la Best Rock Song con Run.

La giovane canadese Alessia Cara è stata l’unica donna premiata ed ha ricevuto il il premio come miglior artista esordiente.

#Metoo nella notte dei Grammy

La notte dei Grammy Awards è stata l’occasione per riflettere e discutere sulle violenze e molestie sessuali ai danni delle donne.

Il movimento #Metoo, scoppiato in tutto il mondo dopo il caso Weinstein, è stato il protagonista assoluta degli Oscar della musica.

I numerosi ospiti, che hanno intrattenuto il pubblico in sala e i telespettatori in mondo visione, hanno calcato il palco con indosso una rosa bianca, adottata come simbolo della lotta delle donne contro gli abusi sessuali.

A dar voce alla lotta contro le violenza sessuale è stata Kesha, di recente tornata alla scena musicale con il suo album Rainbow, uscito la scorsa estate e nominato nella categoria Best Pop Vocal Album.

Durante la cerimonia, nel suo discorso la cantante è stata particolarmente esplicita nel marcare la gravità degli atti di violenza e molestie commesse ai danni della donne.

Kesha, grazie anche al contributo economico e solidarietà dei suoi colleghi, porta avanti la battaglia legale contro il produttore Dr. Luke, dalla cantante accusato di violenza sessuale e molestie.