Autore: Francesco Menna

Internet

14
Apr

Una falla nella sicurezza in Internet Explorer consente agli hacker di rubare file

Internet Explorer al centro di una falla di sicurezza che mette a rischio gli utenti che utilizzano il software.

Internet Explorer è uno dei primi browser per la navigazione in internet che è stato creato, e al giorno d’oggi la sua reputazione non è proprio il massimo, soprattutto se si parla di problemi relativi alla sicurezza. L’ultima notizia riguarda una falla nella sicurezza del software, scoperta dal ricercatore John Page. In sintesi, ha trovato una falla non ancora risolta nella gestione del file MHT che gli hacker o i malintenzionati in generale possono utilizzare per spiare gli utenti che usano il browser e rubare dati sensibili.

Vulnerabilità Internet Explorer: quali computer riguarda

Il problema vero e proprio è che anche se non si usa mai il browser, i file MHT sono aperti predefinitivamente con Internet Explorer e ciò e anche senza farci caso, è possibile incorrere nel pericolo.
La falla riguarda Windows 10, Windows 7 e Windows Server 2012 R2. La gravità della cosa è maggiore perché Page ha reso pubblico a tutti il problema dopo che Microsoft ha dato una risposta negativa alla volontà di risolvere il bug.
Il problema può essere risolto definitivamente disattivando Internet Explorer e aprendo i file MHT con altri software.