Autore: Rita Parisi

Una Vita

Una Vita, anticipazioni 21 dicembre: José incastra Ledesma?

José riuscirà a far firmare a Ledesma un documento compromettente che attesta la sua responsabilità nella morte di alcuni operai a Santander.

Le indagini per cercare Marcia terranno banco anche nel corso delle puntate natalizie di Una Vita, come spiegano le anticipazioni della soap opera spagnola di lunedì 21 dicembre. Nel dettaglio, Mauro, dopo essersi presentato a casa di Felipe in condizioni preoccupanti, domanderà perdono all’amico per aver trascorso la notte sul suo divano e lo ringrazierà per l’accoglienza che ha dimostrato nei suoi confronti.

San Emeterio coglierà l’occasione per raccontare a Felipe cosa gli è capitato per ridursi in stato di semi incoscienza: in realtà è stato l’anniversario della morte di Teresa e, nonostante i tentativi fatti dall’ex poliziotto per non pensare a questo triste evento, alla fine non ha retto. Felipe, ascoltando il suo sfogo, gli dirà che lo comprende dal momento che anche lui ha subito la terribile perdita dell’amata moglie Celia.

In casa Palacios, Ramon e Antonito continueranno a provocare le loro mogli fingendosi arrabbiati con loro e Carmen e Lolita si confronteranno con Fabiana sperando la donna possa dargli delle dritte per recuperare la pace persa in casa.

Una Vita, trama lunedì 21 dicembre: Andrade convocherà Mauro e Felipe

La trama di Una Vita di lunedì 21 dicembre annuncia che, dopo il drammatico sfogo di Mauro, per Felipe arriverà un’ottima notizia: Andrade ha convocato lui e San Emeterio per trattare l’affare di cui hanno parlato. I due saranno speranzosi che il criminale abbia trovato delle ragazze per loro e che tra esse ci sia anche la povera Marcia. Tuttavia, quando i due amici si presenteranno da Andrade e avranno modo di vedere le donne proposte dal trafficante, rimarranno delusi in quanto la brasiliana non è presente.

Infine, gli spoiler di Una Vita suggeriscono che Josè riuscirà a far firmare a Ledesma il documento che ha stilato e che conferma la sua responsabilità nella morte di alcuni lavoratori a Santander. Così facendo, il mezzadro è finalmente nelle mani di Emilio e della sua famiglia: sarà davvero così?