Autore: Rita Parisi

Un posto al sole

Un posto al sole, anticipazioni 29 ottobre: buone notizie per Alberto Palladini

Clara annuncerà ad Alberto che andrà via di casa proprio quando lui riceverà un’importante telefonata che potrebbe cambiare il suo futuro.

Ad Un posto al sole continua a tenere banco la crisi esistenziale di Niko. Il giovane, dopo aver scoperto sull’altare che Susanna si è invaghita di Eugenio Nicotera, ha infatti annullato le nozze e ha detto alla fidanzata di non voler più avere nulla a che fare con lei. Tuttavia, da quando la ragazza è tornata a lavorare allo studio Navarra, il figlio di Giulia è nervoso e scostante e riversa la sua frustrazione nell’alcol in compagnia di Leonardo.

Le anticipazioni di giovedì 29 ottobre sottolineano che, dopo aver fatto una scenata a Serena per aver deciso di non proseguire con la separazione giudiziale con Filippo, si renderà conto di non riuscire più a svolgere con lucidità il suo lavoro.

In seguito a questa amara consapevolezza e infastidito dalla presenza di Susanna in ufficio, Niko arriverà a decidere di lasciare lo studio compromettendo gravemente il suo futuro professionale e scatenando una vera e propria guerra in famiglia dal momento che soprattutto Renato non accetterà e non condividerà la sua scelta.

Nel frattempo, anche Clara attraverserà l’ennesimo momento di crisi in quanto, dopo la scenata di Alberto che le ha intimato di non frequentare più Angela e i Poggi, la giovane deciderà di ascoltare il consiglio della moglie di Franco e farà le valige per tornare nel suo vecchio appartamento.

Un posto al sole, anticipazioni puntata di giovedì 29 ottobre: Clara annuncerà ad Alberto che andrà via di casa

Le anticipazioni di Un posto al sole di giovedì 29 ottobre svelano che, dopo aver comunicato ad Alberto che ha intenzione di tornarsene a casa sua, Clara si preparerà a lasciare l’appartamento di Palladini proprio mentre lui riceverà una telefonata che potrebbe avere dei risvolti positivi e che potrebbe risollevare in maniera inaspettata il suo futuro e soprattutto la sua precaria situazione economica…