Un posto al sole, anticipazioni 23 dicembre: il trionfo di Roberto

Un posto al sole, anticipazioni 23 dicembre: il trionfo di Roberto

Marina e Fabrizio dovranno sottostare alle richieste di Roberto e cedergli la maggioranza delle quote dei Cantieri, mentre Niko prenderà una decisione importante.

Roberto Ferri sarà il protagonista indiscusso della puntata di Un posto al sole di mercoledì 23 dicembre, come annunciano le anticipazioni. Il cinico e spregiudicato imprenditore da settimane ha intessuto una rete di bugie e inganni ai danni di Marina e Fabrizio con l’obiettivo di riprendersi i Cantieri.

In particolare, si è assicurato la complicità di Lara Martinelli per commissionare alla coppia uno yacht di lusso per conto di un magnate russo, Men’kov , e la Giordano ha messo in campo tutte le risorse dell’azienda per portare avanti la realizzazione della barca arrivando persino a sottoporre gli operai a turni straordinari promettendo loro dei bonus consistenti una volta terminato il lavoro.

Quando poi ha scoperto che l’imprenditore aveva dichiarato bancarotta, ha capito di aver sbagliato investimento e ha provato a correre ai ripari cercando di vendere lo yacht a Montecarlo e mettendo in vendita anche la sua lussuosa villa.

Tuttavia, con gli operai ormai in stato di sciopero e in assenza di liquidità, di fronte alla possibilità paventa da Fabrizio di vendere le quote di maggioranza ad un gruppo straniero, Marina ha chiesto aiuto a Roberto cadendo inconsapevolmente nella sua trappola.

Un posto al sole, trama episodio mercoledì 23 dicembre: Niko deciderà cosa fare del suo futuro

Marina Giordano, dunque, riconsegnerà la maggioranza delle quote dei Cantieri nelle mani di Roberto, ma, stando alla trama di Un posto al sole di mercoledì 23 dicembre, questo ingresso modificherà non solo l’assetto dell’azienda, ma soprattutto la storia d’amore della donna con Fabrizio. I due, infatti, sprofonderanno in una profonda crisi che la presenza di Ferri ai Cantieri finirà per peggiorare.

Infine, Niko capirà che con Susanna la situazione non è più recuperabile e, alla luce della decisione di Ugo di partire per Milano e chiudere lo studio Navarra, prenderà una decisione molto importante dal punto di vista professionale e lavorativo.