Autore: Rita Parisi

Un posto al sole

Un posto al sole, anticipazioni di venerdì 2 ottobre: il ritorno di Alex

La trama di Un posto al sole relativa alla puntata di venerdì 2 ottobre svela che Alex tornerà al Vulcano e prenderà posizione contro Patrizio.

Un posto al sole si appresta a concludere l’ennesima settimana di programmazione con una puntata esplosiva che vedrà al centro della scena soprattutto Niko e Susanna.

Le anticipazioni della soap opera di Rai 3 rivelano, infatti, che la Picardi tornerà a lavorare presso lo studio legale Navarra su sollecitazione di Ugo che non ha accettato le sue dimissioni dopo il matrimonio annullato con il figlio di Renato e Giulia a causa della sua sbandata per Eugenio Nicotera. Il ritorno della giovane in ufficio determinerà per Niko una situazione difficile e i due avranno subito modo di litigare.

In seguito alla pesante discussione con la sua ex fidanzata, il ragazzo deciderà di distrarsi con un’uscita serale improntata alla leggerezza e al divertimento. Nel frattempo, al Vulcano, dopo la penosa sconfitta subita soprattutto da Patrizio nel corso del programma di cucina ideato da Max Peluso, ritornerà a lavorare Alex, reduce da una breve vacanza.

La ragazza constaterà l’aria di tensione che si respira nel locale e deciderà di prendere posizione contro l’atteggiamento da despota del figlio di Raffaele alleandosi con Samuel contro di lui. Tuttavia, questa scelta finirà per compromettere ancora di più i rapporti tra loro e la gestione del Vulcano ne risentirà pesantemente...

Un posto al sole, trama di venerdì 2 ottobre: Guido preoccupato per Luigi Cotugno

Infine, la trama di Un posto al sole relativa alla puntata di venerdì 2 ottobre sottolinea che Luigi Cotugno continuerà ad essere succube di Cinzia in casa sua dal momento che l’avida donna ha messo gli occhi sul patrimonio del vigile e vuole irretirlo e circuirlo con il solo e unico obiettivo di mettere le mani sulla sua sconfinata ricchezza e risolvere così i suoi problemi economici.

Intanto, Guido inizierà seriamente a domandarsi quando il collega ha intenzione di ritornare in servizio, allarmato dalla sua prolungata assenza in ufficio a causa del mal di schiena.