Autore: Alessandro Leonardi

Serie tv e Fiction - Anticipazioni - Cast - Streaming

The Boys 3: riparte la produzione della serie Amazon. Ecco le ultime novità e una foto da Erin Moriarty

La terza stagione di The Boys sta per ripartire: Erin Moriarty pubblica un’ultima foto prima dell’inizio delle riprese.

Sapevamo che Karl Urban si stesse preparando per ritornare sul set ed iniziare le riprese per The Boys 3, e a quanto pare sembra proprio che sia così. Non potevamo immaginare esattamente quando, ma il suo viaggio a nord ha avuto inizio qualche giorno fa, e grazie ad un post di Erin Moriarty sappiamo che la produzione della serie Amazon sta cominciando ad ingranare.

The Boys 3 ha inizio: ecco le ultime novità

L’attrice, che interpreta Starlight nella serie, ha pubblicato un post su Instagram per aggiornare i fan sul suo stato di quarantena in Canada; Moriarty ha poi taggato la foto con destinazione Toronto, lo stesso luogo in cui si svolgeranno le riprese ufficiale dei nuovi episodi. Non dovremo attendere molto per rivedere i nostri amati «antieroi» nella serie ideata da Erik Kripke.

L’attrice, dopo aver postato la foto e avvertito i fan della sua situazione di fine quarantena, ha dichiarato che non è stato semplice vivere in quella situazione di reclusione totale. In calce alla notizia potete vedere il post.

«Sono stata in quarantena per 2 settimane pensando troppo e bevendo troppo vino».

Durante una corposa intervista con Anthony Starr, Erin Moriarty aveva rivelato che la produzione della serie sarebbe andata incontro a dei problemi se le riprese fossero iniziate nel periodo invernale. I nuovi episodi, comunque, tarderanno la loro messa in onda, quindi ci sarà da aspettare ancora.

Una piccola curiosità - oltre a darci un sorriso - Anthony Starr aveva chiesto di non paragonare il suo personaggio Patriota a quello di Joffrey Baratheon di Game of Thrones, in quando il boss dei Sette non è solo uno psicopatico, ma si compone di una personalità molto più complessa.

Leggi anche: The Boys 3: «Herogasm» sarà l’episodio più violento della terza stagione