Autore: Antonio

14
Nov

Terremoto serie C: salta una gara, lo annuncia l’Aic. È caos totale

La situazione è davvero ai limiti dell’assurdo. Ancora un anno, nonostante i proclami di inizio stagione, in Serie C si creeranno classifiche con asterischi relative a penalità per i club o, addirittura, si profila una vera e propria esclusione dal campionato per il Rieti.

E proprio i giocatori del Rieti ieri hanno comunicato all’Associazione Italiana Calciatori che se non riceveranno lo stipendio entro venerdì, domenica non scenderanno in campo per la partita contro la Reggina. Finora infatti, gli amarantocelesti avevano deciso di proseguire la stagione per rispetto verso la città e per i tifosi ma adesso la situazione è diventata insostenibile. Insomma, altre 24 ore e poi sarà sciopero: ma appare molto difficile, al momento, che gli stipendi possano arrivare tutti in così poco tempo.

Anche l’Associazione Italiana Calciatori nella giornata di ieri infatti, si è espressa con un comunicato in cui viene proclamato lo stato di agitazione e si annuncia lo sciopero per la giornata di Domenica 17 Novembre, proprio la data in cui è in programma la gara contro la Reggina. (Vedi foto sotto)

Interviene il Sindaco: «si faccia chiarezza»

Il Sindaco di Rieti Antonio Cicchetti e l’assessore allo Sport Roberto Donati hanno pubblicato questo comunicato. "Ormai da settimane, stiamo seguendo, con apprensione e preoccupazione, le vicende che coinvolgono la Fc Rieti. Crediamo sia giunto davvero il tempo della chiarezza, da parte di tutti i soggetti coinvolti. Pur non avendo, come Amministrazione comunale, possibilità di intervenire direttamente in dinamiche sportive e societarie, abbiamo a cuore il nome e l’immagine della Città di Rieti e dello sport della nostra comunità. Alla luce delle notizie di stampa e delle voci che circolano attorno alla società FC Rieti, non vorremmo che, nei prossimi giorni, possano aggiungersi ulteriori disservizi oltre a quelli già registrati, come nel caso dell’utenza elettrica dell’impianto ‘Ciccaglioni’, causate evidentemente da terzi ma che rischiano di danneggiare l’immagine stessa della Rieti calcistica. Domenica è in vista un match importante con la Reggina e non vorremmo assistere a nuovi scivoloni. Ricordiamo che il Comune di Rieti ha investito 90mila euro, soldi dei cittadini, e ha chiesto ed ottenuto altri 300mila euro dalla Regione Lazio, che sono sempre soldi dei cittadini, per adeguare e mettere a norma, proprio per la Serie C, lo Stadio Scopigno. Non possiamo più tollerare situazioni equivoche. Per questi motivi, chiediamo all’attuale proprietario della società di ottemperare ai suoi doveri, a partire dal pagamento delle utenze degli impianti e dei fornitori della Fc Rieti. Reiteriamo, inoltre, allo stesso proprietario, la richiesta di presentarsi alla Città già inoltrata più volte nelle ultime settimane tramite il consigliere delegato allo sport. Infine, ribadendo che è l’intera Città a pretendere finalmente chiarezza sulla vicenda, annunciamo che nei prossimi giorni inviteremo ad un incontro sia il precedente che l’attuale proprietario, per capire una volta per tutte cosa sta accadendo e se e come è possibile uscire da questa situazione”