Premio Supercoppa 2016: quanto guadagna chi vince tra Juventus e Milan? Compenso giocatori e squadre

Supercoppa italiana 2016, finale Juventus-Milan a Doha: quanto guadagna chi vince? Ecco qual è il premio in denaro per squadre e calciatori in caso di vittoria della Supercoppa.

Supercoppa 2016 Doha: quanto guadagna la squadra che vince? Per i giocatori di Juventus e Milan è previsto un premio o un bonus sullo stipendio in caso di vittoria della Supercoppa italiana?

Venerdì 23 dicembre si gioca la finale della Supercoppa italiana 2016 tra Juventus e Milan, che anche quest’anno si terrà all’estero, precisamente nello stadio Jassim Bin Hamad Stadium situato a Doha, capitale del Qatar.

Uno dei temi che interessa maggiormente ai tifosi di Milan e Juventus e soprattutto agli appassionati di calcio, riguarda il premio previsto in caso di Supercoppa. I tifosi infatti sono curiosi di sapere quanto guadagna la squadra che vince la Supercoppa sperando che una buona parte di questa cifra venga investita nella prossima sessione di calciomercato.

È previsto un premio per la squadra che vince la Supercoppa? La Lega Calcio non stanzia alcun premio in denaro per la Supercoppa, poiché tutto verrà finanziato dagli emiri del Qatar che ospitano l’evento.

Ed è per questo che nelle ultime edizioni la Supercoppa italiana si è trasferita all’estero, così da incrementare i guadagni delle due squadre finaliste. In base alla vittoria o meno della Supercoppa, invece, sarà la squadra a decidere se dare un premio in denaro ai propri giocatori.

Ma vediamo nel dettaglio quanto guadagna chi tra Juventus e Milan vince la Supercoppa e qual è il bonus o premio versato dalla squadra vincitrice ai calciatori della propria rosa.

Potrebbe interessarti anche- Supercoppa italiana TV? Juventus-Milan: dove vederla in TV?

Supercoppa italiana 2016: quanto guadagna il vincitore?

Per la vittoria della Supercoppa italiana non è previsto alcun premio extra per Juventus e Milan. Le due squadre infatti si divideranno in egual modo la cifra stanziata dalla Federcalcio del Qatar per ospitare l’evento.

Stiamo parlando di 3 milioni di euro, di cui il 10% verrà versato alla Lega. Il restante 90% invece verrà diviso in parti uguali da Juventus e Milan e a questa cifra bisogna aggiungere il ricavato dei diritti televisivi che dovrebbe aggirarsi intorno ai 2 milioni e mezzo di euro. Quindi, Milan e Juventus si spartiranno circa 5 milioni di euro legati alla partecipazione alla finale di Supercoppa.

Due milioni e mezzo per uno, a cui tra l’altro va aggiunto il vantaggio di poter pubblicizzare il proprio marchio in uno di quei Paesi che negli ultimi anni stanno crescendo in maniera esponenziale.

Infine, bisogna ricordare che anche il costo del viaggio, dell vitto e dell’alloggio, è completamente a spese dell’organizzazione qatariota.

Supercoppa italiana 2016: quanto guadagnano i giocatori?

Per i calciatori del Milan non è previsto un premio in denaro in caso di vittoria della Supercoppa. O meglio, non ancora. L’amministratore delegato Adriano Galliani, infatti, vorrebbe fissare un premio per i giocatori in caso di successo a Doha, così da premiare la rosa anche per quanto fatto in questa prima parte di campionato.

Sarà la nuova proprietà cinese però a decidere. Infatti, da qui al closing in programma a marzo, ogni euro speso dall’attuale dirigenza dovrà essere esaminato preventivamente dal Sino-Europe Sports, il fondo cinese che dovrebbe rilevare la società nei prossimi mesi.

Discorso differente invece per la Juventus. Infatti, la società bianconera da anni utilizza una nuova tipologia di contratti in cui c’è molto spazio per i bonus. In caso di vittoria della Supercoppa quindi è previsto un premio in denaro, ma la somma dipende dal contratto stipulato dal calciatore.

Ad esempio, per Leonardo Bonucci, che nei giorni scorsi ha rinnovato il contratto fino al 2021 per un guadagno annuale pari a 5 milioni di euro, il bonus dovrebbe essere più sostanzioso rispetto a quello previsto per calciatori di seconda fascia, come Lemina o Pjaca.

Supercoppa italiana: da quando si gioca all’estero?

La Supercoppa italiana è nata nel 1988 e nei primi 5 anni si è giocata in Italia.

Successivamente però la Supercoppa è diventata l’occasione per far conoscere il proprio marchio anche all’estero, e di incassare qualche soldo extra da quei Paesi che hanno la voglia di ospitare l’evento. Ed è per questi motivi che la Supercoppa vinta dal Milan ai danni del Torino nel 1993 si è giocata a Washington.

Come non ricordare invece la finale del 2002 giocata a Tripoli (Juventus 2-1 Parma), quando Gheddafi fece colorare di verde l’erba secca. A Pechino si è giocato per ben tre volte (2009, 2011 e 2012), mentre la finale dello scorso anno giocata a Shanghai probabilmente passerà alla storia come la peggiore di sempre.

E non per colpa di Juventus e Lazio che hanno offerto un ottimo spettacolo, quanto per le condizioni imbarazzanti del campo e per la scarsa qualità video offerta dalla regia cinese. E pensate che i cinesi non hanno ancora versato quanto previsto dal contratto di partecipazione, poiché ad oggi manca ancora il 20% dei 3 milioni pattuiti.