Autore: Antonio 2

Calcio

Serie C, duro striscione degli ultrà: «game over» [FOTO]

Contestazione degli ultrà alla società.

Che l’aria non fosse delle migliori lo si sapeva già da tempo. Adesso la pazienza è finita e gli ultrà hanno duramente contestato la proprietà, rea di aver portato a termine (o quasi) un calciomercato «scadente». Ricodiamo che il calciomercato si concluderà domani sera alle ore 20.

Stiamo parlando del Foggia. Poco fa gli ultrà hanno esposto uno striscione molto eloquente: «mercato scadente, società deludente: game over». Di seguito la foto postata sui social.

Ma come è andato il calciomercato del Foggia?

I tifosi si aspettavano di più, soprattutto in attacco ma anche in altri settori la squadra sembra molto fragile sulla carta. La stessa diatriba con mister Capuano (pare proprio a causa delle lamentele del mister per il mercato condotto dal club) che ha lasciato prima dell’inizio del campionato, ha fatto intendere a tutti che la società non ha obiettivi a lungo termine e la conferma è arrivata con vari arrivi che, con tutto il rispetto, non sono certo di primissimo livello.

Tra gli acquisti del Foggia, tre arrivi in prestito dalla Salernitana: il terzino destro cresciuto nelle giovanili del Lecce Sedrick Kalombo, il centrocampista diciannovenne Gaetano Vitale e la punta Filippo D’Andrea. Poi gli acquisti del difensore Tavazzi (svincolato, ultima stagione all’Albinoleffe) e Tascini (anche lui svincolato, ultima stagione alla Pro Sesto). Insomma, profili che i tifosi hanno considerato di basso livello e poco ambiziosi. E proprio poco fa è arrivatal’ufficialità dell’acquisto di Curcio, ex tra gli altri di Catania, Arzachena e Renate. «Sono molto felice ed onorato di poter indossare questa gloriosa maglia, giocare allo Zaccheria regala grandi emozioni. Sono pronto a mettermi a disposizione di squadra e staff, non vedo l’ora di iniziare» queste le sue prime dichiarazioni da rossonero.