Autore: Antonio 2

Serie C, 2 patate bollenti: slitta il campionato? Ecco le date possibili

Non solo la presunta combine, la Serie C ha due problemi da risolvere.

Tante situazioni poco chiare in Serie C e lo slittamento del campionato che rischia seriamente di diventare realtà. I punti delicati che porterebbero a uno slittamento sono tanti, due in particolare. Anzitutto, la questione sulla presunta combine tra Picerno e Bitonto con le due società che sono a rischio retrocessione d’ufficio. Secondo la Procura Federale, la combine fu portata a compimento dietro pagamento di 25 mila euro che il Picerno avrebbe pagato ad alcuni calciatori della squadra avversaria. I calciatori si sarebbero divisi quella somma. La partita sotto inchiesta è Picerno- Bitonto finita 3 a 2 il 5 maggio 2019. L’udienza su questa situazione sarà il 31 agosto, dopodiché bisognerà dare il tempo ad eventuali club ripescati di iscriversi e passerebbero almeno 10-15 giorni. Inoltre, ci sarebbero i tempi tecnici per creare i gironi (probabilmente si attenderà la sentenza per crearli). Poi, c’è un altro problema importante per la Serie C: il rischio sciopero da parte dei calciatori.

Biondini: «stato di agitazione proclamato»

L’ex calciatore Biondini, attualmente collaboratore dell’Assocalciatori e già consigliere dell’AIC, ha parlato a tuttoc.com. Queste le sue parole: «Se una squadra vuole tesserare 22 giocatori perché le statistiche dicono che in media si utilizzano 22 calciatori a stagione, lo faccia. Ma non vedo perché devi obbligare a farlo anche a chi potrebbe dare la possibilità di lavorare a chi può farlo. Non si capisce perché rendere obbligatoria la cosa per tutti, dal momento che diverse società investirebbero volentieri su un numero maggiore di tesserati. La realtà è che così si riduce il gap tra le prime e le ultime. Ma con un livellamento verso il basso. Lo stato di agitazione è stato proclamato, speriamo di non dover arrivare allo sciopero. Ma per non scioperare dovrà cambiare qualcosa. Poco ma sicuro»

Insomma, tante questioni in bilico e da risolvere. La sensazione è che la Serie C inizierà non prima del primo weekend di Ottobre: la decisione sullo slittamento può avvenire da un giorno all’altro. Non è improbabile che la Serie C possa prevedere più turni infrasettimanali per rientrare poi con i tempi di fine campionato. Una cosa appare certa ormai: l’inizio avrà un ritardo di quasi due mesi rispetto alla normalità.