Autore: Alessandro Leonardi

Serie tv e Fiction - Streaming

Se avete amato «La regina di scacchi», ecco 5 serie tv che non potete perdere

Vi siete innamorati de «La regina di scacchi»? Ecco a voi 5 serie tv che non dovete assolutamente perdere.

Avete letteralmente amato la nuova serie Netflix, La regina di scacchi? Tra pubblico e critica, la serie di Scott Frank e Allan Scott riceve la medaglia d’oro tra le più viste del momento (The Crown rimane in seconda posizione, pur essendo tra le serie con più visualizzazioni).

«La regina di scacchi» ha fatto innamorare, soprattutto la protagonista Beth Harmon interpretata da una giovane e talentuosa Anya Taylor-Joy. Chiunque, in questo momento, ma come capita spesso ogniqualvolta la serie tv preferita ha il suo termine, sta cercando di trovare un nuovo senso alla propria vita: ma non disperate, la lista di serials pronti ad essere divorati è ben pronta: ecco una lista delle serie tv da non perdere dopo aver visto «La regina di scacchi».

La fantastica signora Maisel

Una storia degli anni ’50 che ruota attorno ad una donna di grande talento: ironica, forte e intraprendente. La protagonista cercherà in tutti i modi di scardinare le convinzioni generazionali e proporsi come un’icona della stand-up comedy. Un mondo ancora impreparato e troppo legato alle condizioni di genere.

L’altra Grace

Sul romanzo di The Handmaid’s Tale Margaret Atwood, la miniserie L’altra Grace è un thriller-psicologico che racconta la storia di una domenstica irlandese, trasferitasi in Canada, che viene portata in tribunale con l’accusa di omicidio. Il dottor Jordan, psichiatra, cercherà di dimostrare tutto il contrario e di salvare la donna in tribunale.

Mrs. America

Sulla scia femminista de «La regina di scacchi», Mrs. America racconta l’anti-femminismo, con Cate Blanchett nei panni della conservatrice Phyllis Schlafly. La donna, negli anni ’70, ostacolò il movimento ERA, che proponeva e promulgava pari diritti per tutti i cittadini americani.

The English Game

Il famoso sceneggiatore inglese Julian Fellowes, creatore di Downton Abbey, ci porta alle origini del calcio e di come i suoi ideatori lo abbiano reso realtà grazie ad una strenua lotta contro le differenze di classe. Da gioco per classi sociali d’élite, adesso lo sport più popolare al mondo.

Unorthodox

Unorthodox racconta la storia di Deborah Feldman, ebra ultra-ortodossa che da giovane aveva rinnegato il movimento Satmar, ovvero una comunità chassidica americana. La storia ruota attorno alla giovane Esther Shapiro che, dopo un matrimonio combinato, decide di scappare e costruirsi una nuova vita a Berlino, coltivando la sua passione per la musica. Leggi anche: Ecco i 5 film e serie tv «imperdibili» sulla grande storia della royal family inglese