Autore: Antonio

Calcio - Calciomercato - Serie A Tim

15
Gen

Revolution Lecce: anche Mancosu parte, ma per un aulico obiettivo

Il Lecce è molto attivo nel calciomercato e ora è pronto a cedere pure il capitano Mancosu.

Una vera e propria rivoluzione in casa Lecce. Altro che mercato «moderato» e nei limiti. I giallorossi sono pronti a concretizzare quel cambiamento netto della rosa che non era stato fatto in estate. Dopo le conferme in estate dei vari La Mantia e Tabanelli e le loro prove non esattamente spettacolari in questa prima parte di Serie A, i salentini si sono accorti che i protagonisti della Serie B non erano in grado di poter reggere tutti insieme l’onda d’urto della Serie A. Come lo stesso Presidente Sticchi Damiani ha spiegato ieri in conferenza stampa, la decisione di cedere tali giocatori è arrivata di comune accordo con il direttore sportivo Meluso e con il mister Liverani. Si trattava infatti, in entrambi i casi, di giocatori che «non rappresentavano una priorità rispetto al progetto tecnico di quest’anno».

Ma stavolta il Lecce è pronto a lasciar andare anche un calciatore che del progetto faceva parte eccome: il capitano Marco Mancosu. Il tutto per arrivare ad un obiettivo importante: Artur Ionita, tanta esperienza in Serie A, tecnica e velocità al servizio di un centrocampo apparso spesso troppo lento e dai movimenti macchinosi.

Intanto il Lecce chiude per Acquah, ma le due trattative sono slegate, in quanto i giallorossi potrebbero aver comunque bisogno di Ionita dopo la cessione inaspettata del centrocampista Tabanelli. Con il solo Acquah, il centrocampo del Lecce resterebbe con 4 interpreti per 3 posti, decisamente troppo pochi.

L’asse tra Lecce e Cagliari

L’ultima idea del Lecce è quella di proporre Mancosu, cagliaritano doc ed ex calciatore dei sardi, come pedina di scambio per arrivare a Ionita. Secondo L’Unione Sarda, in Sardegna si vocifera che il Lecce sia pronto a proporre il cartellino di Mancosu più un sostanzioso conguaglio economico (1,5 milioni) in cambio di Ionita. E stavolta, dopo i primi assalti iniziali, il Cagliari potrebbe davvero vacillare.

Fonte foto: zetanews