Paolo Cognetti vince il Premio Strega. Ecco chi è l’autore di “Le otto montagne”

Paolo Cognetti vince il Premio Strega 2017 e dopo la vittoria del Premio Strega Giovani si gode il successo di Le otto montagne.

Paolo Cognetti vince il Premio Strega con una larghissima maggioranza dei voti, ben 208 su 660 votanti. Dopo la vittoria del Premio Strega Giovani, Cognetti vince anche la 71^ edizione del Premio con il suo libro.

«Le otto montagne» di Paolo Cognetti vince il Premio Strega Giovani, il premio assegnato da una giuria speciale di ragazzi fra i 16 e i 18 anni scelti in rappresentanza di 50 scuole d’Italia e del mondo.
Cognett in questo casoi ha ottenuto 58 preferenze su 374 ed è stato premiato alla Camera dalla presidente Laura Boldrini.

Chi è Paolo Cognetti

Paolo Cognetti, milanese è nato nel 1978. Ha abbandonato gli studi di matematica all’Università per dedicarsi alla realizzazione di documentari. Nel 2004 ha pubblicato il suo primo racconto nell’antologia «La qualità dell’aria». In seguito ha realizzato due raccolte di racconti «Manuale per ragazze di successo» e «Una cosa piccola che sta per esplodere». Nel 2012 è uscito il suo primo romanzo «Sofia si veste sempre di nero» che ha ottenuto numerosi riconoscimenti di pubblico e critica. Profondo amante della natura e della montagna, vive isolato su una baita per diversi mesi l’anno.

Le otto montagne

Le otto montagne, il libro che tanto è piaciuto agli adolescenti giuriati, è stato tradotto e venduto in 30 Paesi fra cui Stati Uniti, Gran Bretagna, Germania, Francia, Danimarca, Turchia, Russia, Islanda, Cina, Romania, Brasile, Spagna, Portogallo e Finlandia. Il protagonista è un bambino di nome Pietro che vive in una metropoli inquinata e chiassosa.

I suoi genitori sono due grandi ammiratori della montagna e proprio in montagna, sulle Dolomiti per la precisione, è nato il loro amore. Pietro e la sua famiglia, ogni estate, si trasferiscono in un paese alle pendici del Monte Rosa dove il bambino, cresciuto in città, conosce Bruno, che invece ha sempre vissuto ai piedi delle Alpi. I due diventano amici e il romanzo racconta l’evolversi della loro amicizia attraverso gli anni che segnano il passaggio verso l’età adulta.

La finale del Premio Strega

La finale per la scelta definitiva del vincitore del Premio Strega 2017 si è tenuta il 6 luglio presso il Ninfeo di Villa Giulia.
I giuriati, tutti esponenti del mondo intellettuale e letterario italiano, hanno dovuto scegliere oltre a Crognetti, fra altri undici finalisti: Vanni Santoni autore de “La stanza profonda”, Teresa Ciabatti che ha scritto «La più amata», Marco Ferrante ("Gin tonic a occhi chiusi"), Matteo Nucci (“È giusto obbedire alla notte”), Ferruccio Parazzoli ("Amici per paura"), Nicola Ravera Rafele ("Il senso della lotta"), Wanda Marasco ("La compagnia delle anime finte"), Chiara Marchelli ("Le notti blu"), Monaldi & Storti ("Malaparte. Morte come me") Alberto Rollo ("L’educazione milanese") e Marco Rossari ("Le cento vite di Nemesio").

Cognetti è riuscito ad aggiudicarsi il premio e dopo la vittoria, sorseggiando il liquore Strega ha spiegato:

Attorno a questo libro si sono raccolte tante forze diverse, dai lettori agli intellettuali. E il libro è arrivato a 100 mila copie e siamo tradotti in 33 paesi all’estero. Diventerà anche un film