Autore: Luigi Mercantile

4
Feb 2020

Milan, Pioli: «Nel derby non contano i punti»

Stefano Pioli ha parlato dell’imminente derby contro l’Inter.

Il Milan grazie all’arrivo di Pioli e Ibrahimovic sta ritrovando la strada giusta ed è tornata ad essere una squadra pericolosa da affrontare. Rispetto al derby d’andata, dove l’Inter vinse anche grazie ad un gol di Lukaku e dove la differenza di qualità tra le due squadre era fin troppo evidente, questa volta il derby potrebbe essere più combattuto. E alla fine del match contro l’Hellas Verona, Pioli ha parlato anche dell’importante partita contro l’Inter.

Il derby contro l’Inter

Pioli ha dichiarato che l’Inter è una squadra molto solida e complicata da affrontare e nonostante le difficoltà che ha avuto è pur sempre una delle squadre più temibili di tutta la Serie A. Pioli è consapevole che l’Inter è una squadra molto completa, ma l’allenatore del Milan ha anche affermato che nelle partite molto sentite dalle tifoserie, come i derby o i match contro i grandi rivali, non contano molto i punti accumulati da una squadra o la posizione in classifica perché le motivazioni sono molto importanti e il Milan dovrà solo pensare a giocare un grande gara.

L’importanza di Ibrahimovic

Pioli, oltre al derby, ha parlato anche dell’importanza di Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese è un calciatore straordinario, ma Pioli ha affermato che qualsiasi squadra dovrebbe essere indipendente per non rischiare poi di soffrire troppo quando quel calciatore non può giocare, ma nonostante ciò è indubbio che Ibrahimovic è uno dei nomi più importanti del Milan e quando manca è lo stesso che avviene alla Juventus quando manca Ronaldo, Lukaku all’Inter o Dzeko alla Roma.

Secondo Pioli l’intelligenza del Milan è quella di aver trovato un equilibrio dove al centro si trova proprio lo svedese. Pioli ha poi parlato anche dell’Europa perché secondo il tecnico il Milan deve per forza avere come obiettivo almeno la qualificazione in Europa League perché fa parte della sua storia e secondo l’allenatore il Milan deve pensare alla giornata perché la classifica è molto corta e ci sono ancora molte partite da giocare.

La prestazione di Daniel Maldini

Pioli ha fatto i complimenti anche a Daniel Maldini, figlio di Paolo Maldini, per il suo esordio. Secondo l’allenatore del Milan, Maldini è un giovane dal grande futuro perché ha un grande talento e una buona tecnica e in quel momento della gara gli è sembrato giusto farlo entrare.