Autore: Annarita Faggioni

Serie tv e Fiction - Anticipazioni - Cast

Mare Fuori, la prima puntata della serie Tv stasera su Rai Due

Mare Fuori inizia oggi 23 settembre 2020 con la prima puntata di presentazione dei protagonisti. Ecco di cosa parla

Parte oggi, 23 settembre 2020, alle ore 21.20 in prima serata la prima puntata della fiction tutta italiana Mare Fuori. La serie è ispirata a Gomorra e vuole mostrare la realtà dei minorenni che arrivano al carcere minorile dopo una serie di reati. Il cast è d’eccezione. Infatti, Carolina Crescentini ne fa parte. Di cosa parla questa fiction e quali sono le anticipazioni sulla prima puntata di oggi?

Mare Fuori: di cosa parla

Mare Fuori racconta la vita di un istituto di pena minorile di Napoli e racconta le storie di alcuni ragazzi detenuti all’interno del carcere. Le loro storie sono diverse, così come i carattere dei singoli personaggi e i motivi per cui sono arrivati lì. Il luogo reale dove si svolge la fiction è l’isola di Nisida, che appartiene alle isole Flegree.

Quindi, all’esterno i detenuti vedono il mare e in esso la speranza di una libertà che sembra non arrivare. L’isola, vista dall’alto, ha la forma di una mezzaluna.

La serie è in co-produzione Rai con Picomedia. In tutto, i ragazzi sono 70 (50 ragazzi e 20 ragazze). Tra di essi spiccano:

  • Carmine, che appartiene una famiglia mafiosa;
  • Filippo, che sta scontando per la morte di un suo amico (il ragazzo è convinto che si tratti solo di un incidente);
  • Viola, che ha ucciso sua madre senza apparente motivo.

Carolina Crescentini qui interpreta il ruolo di Paola Vinci, ovvero la nuova direttrice del carcere. In più, gli altri adulti sono: il comandante della polizia penitenziaria Massimo Esposito e l’educatore Beppe Romano.

I due sono interpretati rispettivamente da Carmine Recano e Vincenzo Ferrara.

TI POTREBBE INTERESSARE: Serie Tv Sky: ecco gli annunci ufficiali per le serie italiane!

Mare Fuori: anticipazioni puntata 23 settembre 2020

Cosa accadrà nella prima puntata di Mare Fuori? Il titolo della prima puntata è Vite spezzate.

Il giovane con origini milanesi e di buona famiglia Filippo Ferrari sembra un ragazzo modello che è stato incastrato per la morte di un suo amico. Carmine Di Salvo, invece, appartiene una famiglia mafiosa, ma spera di diventare parrucchiere uscito dal carcere di uscire dalla vita alla quale sembrerebbe destinato.

I ragazzi si trovano insieme nella stessa cella e sono costretti a convivere e a intrecciare le loro storie. Infatti, Carmine non è lì per caso. Una persona del clan della sua famiglia stava cercando di stuprare la sua fidanzata e lui l’ha ucciso nel tentativo di difenderla.

Nel frattempo, arriva nel carcere minorile la nuova direttrice. Paola Vinci sembra inizialmente poco interessata alle storie dei ragazzi, ma molto più propensa a rendere ben chiare le regole fin da subito. Quindi, fa di tutto per mettere i ragazzi sugli attenti, seguendo rigidi protocolli.

Nella sua scelta su come condurre l’istituto, la donna si scontrerà spesso con l’educatore Beppe Romano e con il comandante della polizia penitenziaria Massimo Esposito, che hanno maggiore esperienza rispetto a lei e che vogliono dare ai ragazzi un biglietto di viaggio per una vita completamente diversa da quella che stanno passando ora.