Autore: Antonio 2

Serie B

Caso Mancosu- Tachtsidis: la conferenza stampa del Lecce in diretta

In diretta la conferenza stampa del Lecce.

È caos in casa Lecce. Il post di ieri di Marco Mancosuche ha chiesto rispetto, unito ai commenti di Tachtsidis che ha applaudito il capitano (ed ha cancellato tutte le foto con la maglia giallorossa dai suoi profili, ha scatenato tante polemiche.

La società ci ha tenuto a chiarire la situazione e ha convocato una conferenza stampa in cui parlerà di ciò che è accaduto in queste ore nello spogliatoio leccese. Su questa pagina faremo la diretta della conferenza stampa.

Lecce, la diretta della conferenza stampa dopo il caso Mancosu- Tachtsidis

La diretta inizierà alle 16.30

Ore 16.31: siamo in diretta, la conferenza stampa sta per iniziare.

Inizia la conferenza stampa, è presente capitan Mancosu ed è il primo a prendere la parola. «Chiedo scusa. Ho parlato con il presidente e il direttore, con riferimento alla mia esternazione fatta ieri, ammetto l’ errore, è stata sbagliata nei modi e nei tempi. La società ha capito. Abbiamo parlato e sono contento. Anche nei grandi amori ci sono malintesi. Spero di chiudere qui la mia carriera

Parla Sticchi Damiani: «abbiamo voluto chiarire tutto subito. Marco è stato sempre a disposizione della squadra anche nel calciomercato. Ha dimostrato anche ad Ascoli che sarà protagonista. Questo fatto ci ha permesso di incontrarci e chiarire immediatamente

La foto: «se ne sono dette tante e sono uscite fuori tante ipotesi, come la foto che vedeva il calciatore in compagnia di un’esponente di Assocalciatori».

Parola a Corvino: «Quando Mancosu è venuto a parlarmi in sede ho visto l’aspetto positivo della situazione. Ho pensato che queste sono occasioni per crescere, per migliorare. Tutto fa parte della nostra crescita, anche questo. Marco è un ragazzo bravo e leale so che non voleva offendere con quella parola. Dagli errori si impara e si cresce e noi ora dobbiamo crescere. Qualcuno fa del rispetto una questione di vita. Andava chiarito.»

Tachtsidis e Vigorito? «Anche loro, probabilmente sono delusi in questo momento perchè avevano aspettative diverse.»

Torna a parlare Mancosu: «è stato un errore di pancia, istintivo. Il periodo del calciomercato l’ho vissuto in sofferenza. Ci sono cose che possono cambiare la mia vita e quella della mia famiglia. Sono felice di essere rimasto a Lecce»

Chiarezza sul caso Tachtsidis, parla il Presidente: «il giorno che abbiamo venduto Petriccione, la sera dello stesso giorno, Tachtsidis mi ha detto che aveva avuto un’offerta a suo dire importante da parte di un club dell’Arabia Saudita. Ha chiesto di essere ceduto. Il mercato dell’Arabia Saudita chiude il 6 novembre, mentre il nostro sarebbe finito due giorni dopo la richiesta. Non c’è nulla di male a vacillare davanti a certe offerte, ma ho spiegato a Tachtsidis che dovevano farci un’offerta e che noi dovevamo trovare un’alternativa. Solo queste due condizioni. Ho comunicato al giocatore che non c’erano le condizioni per trovare il sostituto e l’ha presa male. Qui la linea è dura e rigida. C’è risentimento per la reazione sbagliata del giocatore ma non c’è una chiusura definitiva per il futuro. Si può trovare la soluzione in famiglia senza fare esternazioni. La nostra è una società con la porta aperta. Per ora non abbiamo preso provvedimenti, ma possiamo farlo se la situazione peggiora. Ho fatto denunciare dalla mia segreteria alla FIFA il club che si è permesso di offrire al nostro calciatore un contratto senza passare dal Lecce. La società in questione è il Dhamk Club