Italia-Spagna, probabili formazioni con il sostituto di Spinazzola

Italia-Spagna, probabili formazioni con il sostituto di Spinazzola

Alle 21 si gioca a Wembley la semifinale di Euro 2020

Italia-Spagna si gioca alle ore 21.00 a Wembley. A sfidarsi due squadre che, alla vigilia, non erano tra le favorite. Entrambe hanno vissuto epoche con campioni da copertina molto più influenti degli ottimi giocatori di cui si avvalgono oggi Roberto Mancini e Luis Enrique.

Un passo dopo l’altro, però, si sono guadagnati la credibilità di chi può arrivare al titolo. E il penultimo passo sarà durissimo per entrambe. Ci sarà, ovviamente, gloria (e neanche completa, in attesa della finale) solo per una.

Italia-Spagna: che partita aspettarsi

Quella tra Italia-Spagna è una sfida che, negli ultimi anni, si è vista spesso a livello di grandi competizioni. Il match, sotto il profilo dei contenuti, potrebbe risultare diverso rispetto alle ultime sfide giocate dagli azzurri.

Davanti c’è un avversario che, come da tradizione, ama mantenere il pallino del gioco e l’Italia è diversa da quella che, sempre tradizionalmente, ama aspettare e ripartire in contropiede. Uno stereotipo questo spesso cavalcato dai media spagnoli e che, in questa fase, stanno segnalando come la squadra di Roberto Mancini sia in un certo senso una rottura con il passato.

Italia-Spagna, furie rosse con il 4-3-3

Luis Enrique predilige il 4-3-3. Davanti al portiere Unai Simon, la difesa a quattro sarà schierata da destra a sinistra con Azpilicueta, Laporte, Pau Torres e Jordi Alba. Sulla mediana spazio, invece, a Pedri, Busquets e Koke. Nel tridente Dani Olmo e Ferran Torres saranno gli uomini chiamati a sostenere Alvaro Morata, schierato al centro dell’attacco.

Italia-Spagna, azzurri pronti non a cambiare strategia

Dall’altra parte ci sarà un’Italia che non snaturerà né il sistema di gioco, né i principi, come già accaduto contro il Belgio. A presidio della porta di Gigio Donnarumma, confermato il blocco difensivo con Chiellini e Bonucci coadiuvati da Di Lorenzo a destra ed Emerson a sinistra.

Proprio quest’ultimo è la grande novità nelle scelte di Roberto Mancini, resa necessaria dall’infortunio che ha tolto alla Nazionale uno dei grandi protagonisti dell’Europeo cioè Spinazzola. La cerniera di centrocampo potrà contare sulla consueta qualità di Jorginho, coadiuvato da Barella sul centrodestra e Verratti sul centrosinistra. Confermato, invece, Chiesa nel tridente che prevede anche Insigne a supporto di Immobile.

Il sostituto di Spinazzola e la sfida tutta juventina

Quella di Leonardo Spinazzola sarà un’assenza che in casa azzurra peserà e non poco. L’esterno destro è stato uno dei migliori calciatori dell’intero torneo e sulla corsia di sinistra si era fatto valere sia in fase propulsiva che difensiva.

Il gravoso compito di non farlo rimpiangere toccherà ad Emerson. L’ex esterno difensivo della Roma conosce bene l’aria di Londra, tenuto conto che gioca nel Chelsea. E si tratta di un calciatore dalla buona esperienza internazionale.

Altro tema significativo del match sarà la sfida tra Giorgio Chiellini e Alvaro Morata. Una sfida tutta in casa Juventus, in cui stavolta ci saranno maglie diverse a renderli avversari.