Autore: Antonio

Serie B - Calcio

18
Gen 2020

Insulta i propri tifosi: società inferocita, è caos in Serie B

Brutto gesto del calciatore, la società prende le distanze.

Titolare, qualità tecniche importanti: 15 presenze, 4 gol, ma un enorme limite caratteriale. Adesso un’altra follia di Alessio Da Cruz, tanto forte quanto con palesi limiti caratteriali. Durante Trapani- Ascoli, a 20 secondi dalla fine della gara persa dai marchigiani sul campo del Trapani, l’attaccante olandese si è fatto espellere per una fallo di frustrazione dopo aver perso palla. Un comportamento, ancora una volta, non da professionista, ma il punto però non è questo.

Rientrando negli spogliatoi Da Cruz ha dato veramente il peggio di sè: è passato sotto il settore ospiti dove è stato beccato dalla delusione dei suoi stessi tifosi e la sua reazione è stata scomposta. Mentre Da Cruz usciva dal campo, c’è stato uno scontro verbale con alcuni supporter bianconeri. Il calciatore è stato fermato a fatica da alcuni membri dello staff dell’Ascoli che gli hanno impedito di avvicinarsi alla ringhiera che divideva il rettangolo verde dal settore ospiti.

L’Ascoli in silenzio stampa

Non è un periodo facile per l’Ascoli, alla terza sconfitta nelle ultime 4 gare, quarta sconfitta consecutiva fuori casa. E poco fa è arrivato anche il commento del Patron dell’Ascoli: «La prestazione di oggi non rispecchia le aspettative della Società e del progetto Ascoli Calcio. La Società stessa prende le distanze dal comportamento tenuto da Alessio Da Cruz. L’ennesima espulsione e il comportamento - non in linea col codice etico dell’Ascoli Calcio - assunto in campo e al cospetto di tifosi, che hanno seguito la squadra ancora una volta, obbligano il Club bianconero a prendere definitivamente le distanze dal giocatore». Questo il duro comunicato del presidente dell’Ascoli Massimo Pulcinelli.