Autore: Antonio 2

Serie A Tim - Serie B

Il calcio torna dalla serie A alla C: tutte le novità e le date presunte

Il calcio vuole tornare in campo. L’emergenza Covid-19 che sta attanagliando l’Italia sembra essere ormai un lontano ricordo per chi gestisce questo sport e come ammesso anche il Presidente del CONI, Malagò «tutto lo sport va verso la cancellazione dea stagione agonistica, solo il calcio insiste per proseguire».

Ieri si è svolta in videoconferenza la seconda riunione della Commissione medico scientifica della FIGC, presieduta dal Prof. Paolo Zeppilli, con lo scopo di tracciare le linee guida del protocollo sanitario di garanzia per la ripresa degli allenamenti finalizzati alla ripartenza dei campionati professionistici. Il Presidente Gravina ha ribadito che vuole far ripartire il calcio in sicurezza e per far questo è fondamentale in questa fase mettere a punto le migliori procedure possibili per riprendere l’attività quando ripartirà tutto il Paese

FIGC: le idee far ripartire il calcio

Il protocollo prevede una serie di raccomandazioni per far ripartire il calcio. Ovviamente saranno sanificati gli ambienti di lavoro, poi si studiano dei ritiri a porte chiuse, come le preparazioni estive. Il ritiro sarà preceduto da uno screening (72-96 ore prima di iniziare) a cui si dovrà sottoporre tutto il ‘gruppo squadra’. Tali indagini prevedono, oltre all’esecuzione del test molecolare rapido e del test sierologico (con la tipologia che sarà indicata dalle autorità competenti), un’anamnesi accurata, una visita clinica (valutazione degli eventuali sintomi e misurazione della temperatura corporea) ed esami strumentali e del sangue.

Le date presunte: la Serie A, la Serie B e la Serie C dovrebbero partire tutte, ma in date differenti. La sensazione, ma qui siamo nel campo delle probabilità, è che il 31 maggio riparta la Serie A, e la settimana successiva la Serie B e la Serie C.

Foto: calciotrentuno