Autore: Antonio 2

Serie B

Il calcio riparte ma un match puó giá saltare. Il club: «non sappiamo cosa accadrà»

Il club spaventato: «non sappiamo se giocheremo»

A pochi giorni dalla gara, ancora non si sa se la stessa verrà disputata. Il match, inizialmente previsto per il 20 maggio è in bilico perchè è stato riscontrato un caso di coronavirus nella squadra.

Il Venezia: «non sappiamo se giocheremo»

Il match in questione è Venezia- Pordenone, gara della Serie B. «La squadra si sta allenando, svolgendo la quarantena in una struttura dedicata solo ed esclusivamente al Venezia, abbiamo fatto un altro giro di test successivo alla scoperta della positività di Felicioli e oggi faremo ulteriori esami, rispettando la scadenza delle 48 ore.» Ha spiegato il Direttore Generale della squadra veneta, Dante Sibilia, ai microfoni di tmw.

Sibilia ha poi spiegato: «Felicioli è in isolamento presso la propria abitazione, monitorato dall’ASL che vedrà quando effettuare i tamponi per negativizzarlo. L’attesa è più che altro in merito alla decisione del Governo circa i protocolli, perché al momento è ancora in vigore quello emanato tempo fa, e nonostante parlino di aperture, di formale non c’è niente. Ma vorremmo capire cosa succederà per sabato.» Vediamo di giorno in giorno cosa succede, intanto pensiamo alla partita col Pordenone, sperando in risposte in tempi brevi. Anche perché una gara ha tempi tecnici per essere preparata e organizzata, quindi già entro stasera vorremmo delle risposte, che se tardassero ad arrivare renderebbero dura la preparazione del tutto. Abbiamo fatto tanti sforzi per il merito sportivo, cerchiamo di non andare contro questo principio. Noi vorremmo giocare, non per forza chiaramente ma speriamo che sia possibile. Chiaro però che, dal nostro punto di vista, se non scendessimo in campo sarebbe giusto rinviare tutto il turno, per dare omogeneità alla ripresa".