Ezequiel Garay, profilo e caratteristiche del difensore che vorrebbe comprare la Juve

Ezequiel Garay, calciatore argentino, è al momento al centro del calciomercato della Juventus. Vediamo nello specifico le caratteristiche del difensore

Ezequiel Garay con la sua scheda tecnica di tutto rispetto sembra essere uno dei prossimi calciatori della Juventus. Il club ha infatti messo gli occhi sul difensore da tempo e adesso sembrerebbe pronto a prenderlo dal Valencia.
Le caratteristiche di Ezequiel Garay lo rendono un elemento interessante per la squadra italiana.

Il 31enne argentino con passaporto spagnolo sarebbe un buon acquisto per la Juventus non solo per le sue caratteristiche fisiche, ma anche per le sue esperienze. Nella sua carriera ha infatti vinto ben 10 trofei con le squadre con cui ha giocato e per il Valencia adesso Ezequiel Garay sarebbe tutt’altro che incedibile (date le finanze della squadra).

Tutti vogliono Garay

Il calciomercato si sta per chiudere e le trattative per Garay sembrano sempre più interessanti. Il giocatore argentino sembra rimanere in cima alla lista dei desideri della Juventus che sembra sempre più interessata all’acquisto.

Garay servirebbe ad Allegri per riempire il vuoto lasciato da Bonucci nella difesa di centrocampo. Dopo la pesante sconfitta contro la Lazio in Supercoppa la Juventus sembra adesso avere una certa fretta e sembrerebbe pronto a prendere Garay.

La strada però potrebbe essere in discesa per la Juventus, dal momento che il Valencia sembra aver rifiutato l’offerta dello Spartak che offriva 20 milioni per la cessione del giocatore.
Adesso ben due squadre italiane sembrerebbero interessate ad acquistare il difensore, dato che insieme alla Juve sembrerebbe farsi strada anche l’Iter.

Quale sarà il futuro di Ezequeil Garay non è ancora chiaro, come non sembra ancora chiaro al giocatore stesso.

Ezequiel Garay caratteristiche e profilo del giocatore

CARRIERA - Nato a Rosario, in Argentina, il 10 ottobre del 1986, Ezequiel Garay cresce ’calcisticamente’ nel Newell’s Old Boys.

Nel gennaio del 2006, non ancora ventenne, approda nella Liga spagnola, passando al Racing Santader. Dopo i primi sei mesi di adattamento, Garay, diventa subito un perno della squadra, disputando 31 partite e realizzando addirittura nove reti. L’ottima annata verrà poi replicata la stagione successiva, tanto che sull’argentino, piomba il Real Madrid.

Con i Galacticos, disputa un buon torneo, meritandosi la conferma anche per l’anno successivo. La stagione 2010/2011, tuttavia, regalerà parecchi dispiaceri al difensore: bloccato da un brutto infortunio al ginocchio, Garay, al termine dell’anno conterà appena 8 presenze. Il Real Madrid non ha la pazienza di aspettare l’argentino e lo cede al Benfica.

In Portogallo El Negro si prende la sua rivincita, disputando 41 presenze ad alto livello. Con la formazione portoghese giocherá altre due stagioni alla grande, attirando le attenzioni di molti club europei. Nel complesso il suo score con le Aguias recita: 135 partite e 12 gol. Nel luglio 2014, Garay, cambia nuovamente campionato: il centrale viene ingaggiato dallo Zenit di San Pietroburgo. Titolare inamovibile, vanta 41 presenze con il club russo.

Punto fermo della nazionale argentina, esordisce nell’Albiceleste il 22 agosto del 2010, a vent’anni. Nonostante la giovane età conquista subito una posizione di rilievo all’interno del gruppo, partecipando a due edizione della Coppa America e ai Mondiali del 2010 e del 2014. In totale vanta 31 presenze con la maglia dell’Argentina.

Nel 2015, mentre gioca con lo Zenit, la squadra vince la Supercoppa russa con due turni di anticipo. L’anno successivo viene ceduto al Valencia per 25 milioni e con questa squadra firma un contratto di 4 anni.
Adesso però il Valencia sembrerebbe intenzionato a cederlo alla Juventus, club molto interessato alla sua figura.

CARATTERISTICHE TECNICHE - Forte fisicamente, dall’alto del suo metro e ottantotto centimetri, sovrasta atleticamente gli avversari. Bravo nell’uno contro uno, formidabile nel gioco aereo; caratteristica che gli permette spesso di andare in rete, sfruttando - oltre all’elevazione - uno spiccato senso del gol.

Destro naturale e difensore centrale puro, dimostra discreta tecnica anche nella fase di impostazione.

GUARDA IL VIDEO DI GARAY