Theresa May annuncia elezioni in Gran Bretagna: al voto l’8 giugno 2017

Il primo ministro britannico ha annunciato in un intervento a sorpresa che l’8 giugno i cittadini saranno chiamati alle urne per una elezione generale.

Dopo la brexit dello scorso giugno, i cittadini del Regno Unito sono chiamati di nuovo alle urne: il primo ministro Theresa May, nonostante più di una volta sia stata descritta come contraria al voto anticipato, ha annunciato la data delle prossime elezioni generali, l’8 giugno.

In un’intervento a sorpresa, annunciato pochi minuti prima, alle 11:15 orario di Londra, Theresa May ha reso pubblica la necessità di nuove consultazioni elettorali e ha spiegato le ragioni alla base di questa scelta deliberata dal gabinetto di Governo.

La scorsa estate, metà del Paese ha votato per lasciare l’Unione Europa” - ha ricordato Theresa May - “e i britannici hanno bisogno di certezze, stabilità e una forte leadership. Da quando sono primo ministro, il Governo ha perseguito proprio questi obiettivi”.

Il primo ministro ha voluto specificare come il voto ha l’obiettivo di dare forza al governo britannico: il Paese è d’accordo, ma Westminster no. Il partito laburista, ad esempio, ha minacciato di votare contro l’accordo finale che il Governo raggiungerà con l’Unione. Anche i Liberal democratici hanno detto che vogliono polverizzare le manovre le manovre di Governo fino alla completa impasse. Infine, membri non eletti della Camera dei Lord hanno giurato di combattere la maggioranza di Governo per ogni passo avanti.

Le elezioni dell’8 giugno vedranno il partito conservatore sfidare a colpi di maggioranza i partiti d’opposizione, in modo da dare un primo ministro scelto dai cittadini dopo le dimissioni di James Cameron all’indomani del voto per la Brexit.