Vaccino Covid: il 96% dei britannici ha sviluppato anticorpi dopo prima dose

Uno studio condotto in Inghilterra e Galles ha dimostrato che dopo la prima dose di AstraZeneca e di Pfizer la risposta immunitaria è molto elevata.

Uno studio britannico ha dimostrato che il 96,42% delle persone prese in esame a cui è stata iniettata la prima dose di vaccino, ha sviluppato anticorpi contro il Covid. La risposta immunitaria è diventata praticamente del 100% dopo che è stata somministrata anche la seconda dose. A rivelare questi dati è stato il Guardian che ha riportato quanto scoperto dai ricercatori dello University College London.

Vaccino Covid: anticorpi sviluppati dopo la prima dose nel 96% dei britannici

Il quotidiano inglese Guardian ha ripostato i risultati di uno studio britannico davvero molto importante. Lo studio ha preso in esame 8.517 vaccinati di Inghilterra e Galles e ha esaminato quale fosse la risposta immunitaria dopo che le persone erano state sottoposte alla vaccinazione con vaccino AstraZeneca e con vaccino Pfizer.

Il 96,42% dei britannici che hanno ricevuto la prima dose di siero contro il virus Sars-Covi-2 ha mostrato una risposta immunitaria dopo circa 28-34 giorni. Questi soggetti infatti hanno sviluppato gli anticorpi contro il Covid a distanza di quattro settimane dalla prima dose.

«Uno dei primi studi sul mondo reale dei vaccini nel Regno Unito ed è una notizia fantastica», ha detto la dottoressa Maddie Shrotr, uno degli autori della ricerca britannica.

La percentuale di persone che ha sviluppato anticorpi contro il virus Covid è diventata del 99,8% dopo la seconda dose di siero AstraZeneca o Pfizer. La risposta immunitaria si è avuta solitamente dopo 7 o 14 giorni dalla somministrazione della seconda dose di vaccino.

«Nove su dieci adulti nel Regno Unito che hanno ricevuto Pfizer o AstraZeneca hanno prodotto anticorpi contro il virus entro un mese dalla prima dose», ha poi spiegato la Shrotri.

Oltre all’elevata percentuale di popolazione che ha sviluppato anticorpi contro il Covid a seguito della vaccinazione, lo studio ha anche dimostrato come tale copertura sia offerta sia dal vaccino AstraZeneca che dal vaccino Pfizer. Entrambi infatti sono in grado di regalare una risposta immunitaria molto efficace contro il Covid.

Vaccino AstraZeneca e Vaccino Pfizer: risposta immunitaria molto simile

Lo studio ha dimostrato che la risposta immunitaria ottenuta con il vaccino AstraZeneca e con il vaccino Pfizer è molto simile. Grazie alla ricerca britannica si è scoperto che la percentuale di anticorpi cresce più rapidamente tra le persone che hanno ricevuto una prima dose di vaccino Pfizer-BioNTech.

Dopo quattro settimane dalla somministrazione della prima dose di vaccino AstraZeneca il livello di anticorpi sviluppati anche in questi soggetti è del tutto identico a quello di chi ha ricevuto l’altro siero preso in esame durante lo studio.

Lo studio ha anche evidenziato che ci sono delle piccole differenze tra le persone anziane e le persone precedentemente affette da patologie. Questi soggetti infatti sviluppano dopo la prima dose una quantità minore di anticorpi, ma dopo la seconda dose di vaccino queste differenze scopaiono.