Autore: Costantino Ferrulli

Anticipazioni - Serie tv e Fiction

Doc - Nelle tue mani, le anticipazioni di giovedì 19 novembre: ultima puntata, Andrea rischia l’arresto

Nell’ultimo episodio, della serie TV di Rai 1, conosceremo la sorte del dottor Fanti e l’evoluzione delle storie dei medici del Policlinico Ambrosiano

Giovedì 19 novembre si concluderà la prima stagione della fiction di Rai 1, Doc – Nelle tue mani, ispirata alla vera storia del dottor Pierdante Piccioni che, nel 2013, quando era primario dell’Ospedale Maggiore di Lodi, fu coinvolto in un incidente automobilistico, che gli provocò una lesione della corteccia celebrale e la conseguente perdita della memoria dei suoi ultimi dodici anni di vita.

In quella che viene definita la serie TV del 2020, sorte simile accade al dottor Andrea Fanti, interpretato da Luca Argentero, che viene colpito da un proiettile esploso da Egidio Pavesi, papà di un giovane deceduto nel Policlinico Ambrosiano, a seguito di un’errata somministrazione del farmaco Satonal.

Andrea Fanti rischia l’arresto

Grande attesa del numeroso pubblico televisivo, quasi otto milioni, per questo episodio conclusivo, intitolato Io ci sono, e per conoscere quale sarà la sorte del dottor Andrea Fanti.

Il medico, dopo aver scoperto la falsificazione dei dati della sperimentazione del Satonal, deve difendersi dalle accuse di essere stato proprio lui, quando era primario, ad ordinare di modificare la percentuale di mortalità del medicinale, in modo che il farmaco fosse messo in commercio.

Per Andrea non sarà facile difendersi, sia perché, avendo perso la memoria degli ultimi dodici anni, non ricorda nulla del passato e sia perché il suo principale accusatore, l’ex specializzando che lui aveva cacciato, Dario Corolla, è deceduto, pare per cause naturali.

Nell’ultimo episodio il dottor Fanti sarà iscritto nel registro degli indagati e si prospetterà per lui l’arresto e la successiva radiazione dall’albo dei medici.

Notizia che lui stesso darà allo staff del reparto di Medicina Interna, tra i quali c’è anche Lorenzo Lazzarini, l’unico che ha capito che il vero responsabile è il dottor Marco Sardoni, ma, minacciato, rischia il posto di lavoro per il suo passato da tossicodipendente, qualora riveli la verità.

Andrea preoccupato per la salute di Agnese

Per Andrea saranno momenti difficili, anche perché preoccupato per la salute della sua ex moglie Agnese, ricoverata dopo un improvviso malore.

Tutto il personale del reparto lo aiuterà nella ricerca di quale malattia soffre la donna, compreso il dottor Marco Sardoni, che inizierà a traballare quando verrà a conoscenza dell’incontro avvenuto tra Agnese e Dario Corolla. Il primario teme che la donna abbia ricevuto delle informazioni che possano incastrarlo.

Alba e Riccardo più vicini, i dubbi di Gabriel

L’episodio conclusivo ci darà anche delle risposte sulle relazioni sentimenali dei medici. Riccardo, dopo aver compreso le motivazioni professionali di Alba, che vuole provare la specializzazione in Chirurgia, affronterà di persona la madre della ragazza, la dottoressa Fabrizia Martelli.

Il ragazzo chiederà alla donna di stare vicino alla figlia in questa scelta. Un gesto che dimostrerà l’affetto di Riccardo nei confronti di Alba.

Anche il rapporto tra Elisa e Gabriel è ad un bivio. Se per la ragazza le cose sembrano andare a gonfie vele, tanto da aver chiesto al ragazzo di convivere, non è la stessa cosa per il dottor Kidane, ancora alle prese con i suoi dubbi, ovvero se la decisione di non tornare in Etiopia, dalla sua gente, sia la scelta giusta.

Andrea conteso tra Giulia e Agnese: come andrà a finire?

L’attesissimo ultimo episodio ci dirà qualcosa in più sul triangolo amoroso che vede il dottor Fanti conteso da Giulia e Agnese. Il malore della sua ex moglie, avvicinerà Andrea alla madre dei suoi figli, mentre Giulia farà di tutto per aiutarlo a trovare un modo per difendersi.

Ma come andrà a finire? Probabilmente la prima stagione potrebbe anche chiudersi senza una risposta definitiva, visto che è stata annunciata la seconda stagione che sarà girata nel 2021.