Doc – Nelle tue mani, Luca Argentero: “Parlare dei medici è stata la scelta giusta in questo momento storico”

Doc – Nelle tue mani, Luca Argentero: “Parlare dei medici è stata la scelta giusta in questo momento storico”

L’interprete principale della serie TV di Rai 1 appena conclusa, ha spiegato, a Vanity Fair, la scelta di parlare di medici durante la pandemia

È passata una settimana dall’episodio conclusivo di Doc – Nelle tue mani, la serie TV di Rai 1 che ha appassionato milioni di italiani, ed è arrivato il momento di fare delle riflessioni con il principale protagonista, Luca Argentero, che ha interpretato il ruolo del dottor Andrea Fanti.

L’attore piemontese, intervistato da Vanity Fair, che gli ha dedicato la cover del numero in edicola dal 25 novembre “Avrò cura di te”, ha spiegato le ragioni della scelta di mandare in onda la fiction durante la pandemia.

Argentero ha spiegato che l’opportunità di parlare di medici e sanitari durante la pandemia, è stata attentamente valutata dai produttori e sceneggiatori di Doc – Nelle tue mani.

Alla fine, la scelta di mandare comunque in onda la serie TV, si è rivelata vincente visto il notevole gradimento del pubblico, ma anche perché si è creato un sentimento di empatia verso questa categoria, che da marzo è sotto pressione per combattere in corsia il Covid-19.

“Forse è servito a ricordarci un po’ di più che di dottori si parla sempre quando le cose vanno male, mentre in prima pagina non vanno mai le centinaia di persone che ogni giorno vengono salvate dalla morte dai medici”, le parole di Luca Argentero che si è detto fortunato di vivere in Italia, dove il sistema sanitario garantisce a tutti la possibilità di essere soccorsi e curati nel momento del bisogno.

L’attore, che in questi mesi ha avuto la possibilità di approfondire il tema Covid, ha rivelato di aver trovato medici e personale sanitario, che svolgono la loro professione con passione e abnegazione.

"I negazionisti? Pochissimi mentecatti"

Luca Argentero ha anche affrontato l’argomento negazionisti per il quale le sue parole lasciano pochi dubbi: “Quelli che assaltano le ambulanze credo siano pochissimi mentecatti che hanno poco da fare e pochi strumenti culturali per capire fino in fondo quello che stanno facendo”.

Sul prossimo vaccino, l’attore ha dichiarato di essere a favore, anche se cerca solitamente di prendere pochi farmaci.

Comprendendo che ci possano essere delle perplessità quando si parla di risultati testati ad una percentuale inferiore al 100%, Argentero, che, come tutti noi, non vede l’ora che finisca questa pandemia, si è dichiarato fiducioso nella scienza e ritiene che se sarà messa a punto una soluzione scientifica, bisognerà adottarla con entusiasmo e positività.