Autore: Antonio 2

31
Lug

Crisi Serie C, cade un altro club: «non ci iscriviamo»

Crisi nera per diversi club di Serie C.

«A pochi giorni da improrogabili scadenze sportive, con infinito rammarico – dopo i tanti investimenti e sforzi profusi, nonostante la ferma volontà tesa a salvaguardare il patrimonio faticosamente costruito in questi anni, mi trovo costretto a valutare la fondata possibilità di non iscrivere la squadra al prossimo torneo di Lega Pro.»

Iniziano così le dichiarazioni di Iachini, patron del Teramo che ha annunciato l’intenzione di non iscrivere il club al prossimo campionato di Lega Pro. Nel giro di pochi giorni, dunque, la Serie C potrebbe perdere due protagoniste: il Teramo, appunto, e il Potenza il cui patron nei giorni scorsi ha fatto intendere chiaramente che consegnerà il club al Sindaco ed al presidente della regione Basilicata.

Il Patron del Teramo: «le autorità non ci hanno aiutato»

Nel suo intervento a Rete 8 , Iachini, parla della situazione stadio e accusa le autorità. «Le richieste avanzate al Comune ed alla Provincia di Teramo, nonché ai Politici e agli Imprenditori teramani, affinché sostenessero il sottoscritto nell’affrontare il prossimo campionato pieno di incognite a causa dell’emergenza Covid-19 e delle inevitabili conseguenti crisi economiche che tutto il Paese sarà chiamato ad affrontare, sono rimaste inascoltate. Una valutazione ben ponderata, che, per quanto dolorosa, devo necessariamente e improrogabilmente assumere».

Se dovessero essere confermati queste mancate iscrizioni (ricordiamo che le prime importanti scadenze sono la prossima settimana), la Serie C potrebbe essere notevolmente cambiata con tante squadre diverse e magari qualche ripescaggio dalla Serie D, utile a completare i tre gironi della terza serie professionistica del calcio italiano.