Autore: Antonio 2

Clamoroso Palermo- Catania: ecco cosa è successo a poche ore dal derby

Palermo- Catania è giá polemica per il derby di Serie C.

Palermo- Catania è uno dei derby più sentiti d’Italia. Normalmente si racconterebbe qualcosa relativo al calore della gente o all’affluenza allo stadio, stavolta parliamo del problema che sta mettendo in seria difficoltà tutto il mondo: il Covid.

Nei tamponi a poche ore prima della gara sono risultati positivi addirittura 7 giocatori del Palermo. Un problema assai grave se si considera che il Palermo conta anche due squalificati: Broh e Crivello. Questo significa che ai casi di coronavirus si aggiungono le squalifiche di due giocatori ovviamente inutilizzabili, dunque il Palermo ha solo 13 giocatori disponibili. Sembra assurdo ma con questo numero, per regolamento, ogni squadra deve scendere in campo. Dunque i rosanero dovranno scendere in campo in pratica senza poter attuare sostituzioni. Infatti in panchina, nel delicato derby contro i rossazzurri, ci saranno solo i portieri sostituti del portiere Pelagotti, unici possibili cambi di cui Boscaglia potrà usufruire.

«Un derby che quindi si mette già in salita per la compagine rosanero. Al momento i calciatori positivi al Covid sono tutti asintomatici e già risultati positivi quando c’è stato il primo focolaio. Erano stati dati per negativizzati ma invece restano positivi anche se con una bassa carica virale.» Spiega il «Giornale di Sicilia.»

Le probabili formazioni di Palermo- Catania

Palermo: nel 4-2-3-1 di partenza agirebbero Almici, Palazzi, Marconi e Corrado a difesa della porta di Pelagotti, con Martin e Odjer schierati in mediana e Kanoute, Rauti e Valente a supportare Saraniti.

Catania: qualche assente anche tra i rossazzurri. Nel probabile 3-5-2 spazio a Martinez tra i legni, Tonucci, Claiton e Silvestri in difesa, Calapai, Dall’Oglio (Izco), Maldonado, Rosaia e Pinto a comporre la cerniera di centrocampo, possibile tandem, d’attacco composto da Pecorino (Reginaldo) ed Emmausso. Tra le principali alternative, Biondi e Pecorino.