Autore: Alessandro Leonardi

Serie tv e Fiction - Anticipazioni - Cast - Streaming

Christian, ecco la nuova serie tv originale Sky: tra storie di stimmate, miracoli e violenza

«Christian», dalla violenza al miracolo: la storia di un coatto romano e il suo «grande» potere capace di salvare chiunque.

C’è da prepararsi quando sentiamo dell’imminente uscita di una serie del tutto italiana; questa volta tocca a Christian, nuovo prodotto originale Sky, andrà in streaming «esclusiva» su NOW TV. Edoardo Pesce, vincitore del David di Donatello per aver interpreto uno dei protagonisti di Dogman (film di Matteo Garrone), questa volta si ritroverà al fianco di Claudio Santamaria (lo ricordiamo per aver recitato in Lo chiamavano Jeeg Robot), Silvia D’Amico (non essere cattivo), Andrea Pennacchi, Giordano De Plano, Antonio Bannò, Gabriel Montesi, e Lina Sastri.

"Christian": miracolo e violenza

La serie tv è stata creata da Valerio Cilio, Enrico Audenino e Roberto Saku Cinardi, diretto interamente da Stefano Lodovichi. Christian si colloca nel genere drama soprannaturale, parla di un uomo che sta nella periferia romana e che l’unica cosa che sa fare nella sua vita è di usare la violenza contro gli altri. Questa sua pratica la riserva anche per il boss del luogo, ovvero Don Lino, una sorta di «padrone» ma soprattutto suo fratello maggiore e cresciuto con la stessa donna, Italia. La vecchia signora ormai soffre d’Alzheimer e vive unicamente con Christian, che si cura delle sue necessità.

Sangue, violenza, santi e miracoli

Un giorno Christian, dopo aver svolto normalmente i suoi incarichi di «menare», per sangue dalle mani e sente dolore: quasi come delle stimmate, non rendendosene immediatamente conto, il dolore lo porterà a non praticare più violenza. Attraverso le sue mani dolenti, Christian salva inaspettatamente una tossica morente, una ragazza del quartiere di nome Rachele, la quale si «attacca» a lui sentendosi grata per le sue azioni.

Rachele cercherà di convincere Christian a cambiare vita e non rinunciare ad un possibile e degno futuro, visto che a quanto pare le sue mani possono curare misteriosamente le persone.

Il misterioso dono di Christian viene notato immediatamente da un funzionario del Vaticano di nome Matteo (interpretato da Claudio Santamaria), ossessionato dal mito delle stimmate e dei poteri miracolosi e benefici del divino.

I grandi poteri di Christian non attirano l’attenzione solo di uomini religioni, ma anche del boss mafioso Lino che, in maniera negativa, teme il sabotaggio del suo impero crimanale a causa dei nuovi poteri di Christian.