Autore: Antonio

Serie A Tim - Serie B

24
Feb 2020

Calcio nel caos: per le gare da recuperare, una decisione storica

Avanza un’ipotesi mai verificatasi prima.

Il problema del Corona Virus sta mettendo in seria difficoltà l’Italia intera. Anche il calcio, che ieri si è visto obbligato a rinviare alcuni match a data da destinarsi, ragiona sul da farsi.

L’ipotesi che avanza è clamorosa: giocare tutte le prossime gare a porte chiuse. Sicuramente l’ipotesi è più «forte» per i match in cui giocano squadre che vengono dalle zone «rosse» nelle quali il virus si è diffuso: Lombardia, Veneto, Piemonte. Parliamo, a livello professionistico, di decine di squadre. Il girone B di Serie C (che è quasi tutto composto da squadre del Nord-Est italiano), potrebbe essere giocato tutto a porte chiuse nel prossimo weekend. Di certo, non il calcio può permettersi di rinviare altre gare, anche perché i tempi stringono e quest’estate si giocherà l’Europeo, nel quale tanti giocatori sono impegnati.

Diversa situazione per Udinese- Fiorentina

Diversa la situazione per Udinese- Fiorentina che va verso un rinvio. Oggi , 23 febbraio, è stato pubblicato questo comunicato dalla Regione del Friuli Venezia Giulia: «Il ministro della Salute ha firmato d’intesa con il presidente del Friuli Venezia Giulia l’ordinanza che contiene le disposizioni per contrastare l’emergenza epidemiologica da coronavirus. Considerata la contiguità territoriale del Friuli Venezia Giulia rispetto al Veneto, dove si sono verificati finora 25 casi nei comuni di Vò e Mira e non è stato ancora identificato il caso indice, e tenuto conto che tale evento potrebbe allargare i focolai epidemici, sono state decise con l’ordinanza misure urgenti che saranno attive da domani fino al 1 marzo compreso. Viene disposta la sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi in luogo pubblico o privato sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico, anche di natura culturale, ludico, sportiva, religiosa; discoteche e locali notturni».