Brasile: la sconfitta della Selecao causa violenze, rapine e incendi. Popolazione infuriata

Dopo la sconfitta di ieri del Brasile contro la Germania, erano in molti a temere una reazioni violente della popolazione. I cittadini, dopo aver subito soprusi, dopo aver perso le loro case e dopo aver visto il loro Governo spendere miliardi che forse si sarebbero potuti usare diversamente, «in nome del Mondiale 2014» non ci sta e reagisce duramente con rapine, saccheggiamenti e vandalismo.

Venti pullman della società Vip sono stati incendiati in un garage privato a San Paolo. Tre autobus di linea sono stati dati alle fiamme da anonimi mascherati. L’azienda SPT è stata costretta a chiamare la polizia per poter proseguire il servizio notturno.

A San Mateo, i negozi della catena Ponto Frio sono stati presi d’assalto. Gli inquirenti hanno arrestato due uomini e quattro ragazzi che si erano dati alla fuga.

Violenze anche a Belo Horizonte, dove gli agenti di polizia hanno effettuato 8 arresti, ma soprattutto dove ci sono stati 12 feriti. Incendi e arresti anche a Salvador e a Rio de Janerio, città in cui la polizia ha arrestato sei giovani che avevano derubato alcuni tifosi stranieri che assistevano alla partita nel Fan Fest della Fifa, a Copacabana.