Autore: Antonio 2

Altro club nel baratro: «senza aiuti, pronti a lasciare»

Non è un periodo particolarmente fiorente per i club italiani di calcio. Sono tante le dichiarazioni di presidenti pronti a cedere le loro quote ma che non riescono a trovare acquirenti. In altri casi, le quote sono state lasciate in mano al Sindaco. Insomma, la sensazione é che l’imprenditoria non abbia più l’interesse di un tempo di investire nel calcio italiano.

Grosseto, la proprietà pronta a vendere

Ed è stato un autentico grido di aiuto nei confronti della città, quello della proprietà del Grosseto calcio. «Pronti a lasciare il club senza aiuti», questo il riassunto della conferenza stampa odierna. Mario e Simone Ceri, nella conferenza stampa di questa mattina giovedì 20 agosto tenuta al centro sportivo di Roselle, hanno ricordato le difficoltà economiche che rappresenta la partecipazione al prossimo campionato di Lega Pro. Ci si aspettava entusiasmo dopo la promozione e invece poche soddisfazioni. «Siamo delusi - hanno detto in coro i massimi vertici societari - dalla risposta di una città di ottantaduemila abitanti nei nostri confronti. Pensavamo che un risultato sportivo così importante avrebbe riportato la gente vicino alla propria squadra e invece, gli abbonamenti sottoscritti sino ad ora sono poco più di 400 e non parliamo degli sponsor che latitano completamente. Se qualcuno non ci aiuta, potremmo anche prendere in considerazione l’idea di vendere la società. »