Autore: Alessandro Leonardi

Addio a Takao Yaguchi, è morto il creatore di Sampei: aveva 81 anni

Il grande Takao Yaguchi, creatore del famoso anime e manga di Sampei, ci ha lasciato all’età di 81 anni.

Takao Yaguchi, è stato uno dei più grandi mangaka di tutti i tempi, soprattutto per aver creato un personaggio che molti ricorderanno: stiamo parlando del creatore di Sampei. Yaguchi è morto il 20 novembre 2020 all’età di 81 anni, e lascia al mondo del fumetto e dell’animazione una delle storie più belle e delicate mai scritte. La scomparsa è stata annunciata dai familiari dell’autore attraverso i social, spigando che l’artista è venuto a mancare dopo una estenuante lotta contro un tumore al pancreas.

Addio «papà Sampei»: il ricordo del maestro Yaguchi

Di seguito, ecco l’annuncio del figlio sulla morte del padre, pubblicato sulla pagina di Twitter:

«Sono Kaoru, la seconda figlia di Yaguchi. Mio padre, Takao Yaguchi, è morto serenamente il 20 novembre mentre la sua famiglia vegliava su di lui. Il cancro al pancreas è stato scoperto a maggio di quest’anno e lui ha combattuto la malattia per circa sei mesi. È stato un buon padre fino alla fine. Grazie papà»

Tsurikichi Sanpei nacque nel 1973 come manga dalla matita di Takao Yaguchi. Sanpei era il protagonista dell’opera fumettistica ed era un giovane ragazzo che, come stimolo e passione per la vita, amava la pesca e confrontarsi ogni giorno con essa. Dal manga, che ebbe un successo straordinario nel tempo, ne fu tratta una serie tv realizzata dalla casa d’animazione Nippon Animation (è quella che conosciamo un po’ tutti), che ha avuto inizio negli anni ’80 e poi proseguì per un totale di 109 episodi.

Segnare una generazione: Sampei in Italia

In Italia arrivò in ritardo, esattamente dopo due anni: la prima volta che l’anime fu trasmesso è stato nel 1982 su Retequattro, per poi essere replicato un’altra volta durante gli anni novanta. Dopo due anni, Sampei ha fatto il suo debutto anche in Italia: venne trasmesso per la prima volta nel 1982 su Retequattro, per poi essere replicato nel corso degli anni novanta sulle reti Videomusic e TMC, all’interno del programma Zap Zap.

Kappalab, la casa editrice per ragazzi, ha voluto omaggiare il famoso artista con un messaggio:

«Sampei è molto amato in un paese di pescatori come l’Italia, e questo ha permesso di aggiungere un gradino alla lunga scala che ha portato anime e manga a essere considerati degni di attenzione nel nostro Paese. Quindi, oltre che per il meraviglioso lavoro svolto in una lunga vita di lavoro appassionato, ricordiamoci sempre di Takao Yaguchi, l’autore che ha permesso a manga e anime di uscire dalla nicchia. E di dimostrare a tutti quanto fossero, semplicemente, belli. Ciao, Takao, e grazie di tutto».