Absentia, la serie tv con Stana Katic è stata cancellata

Absentia, la serie tv con Stana Katic è stata cancellata

Absentia si chiude con la terza stagione: addio all’agente Emily Byrne.

Vi ricordate dell’agente dell’FBI Emily Byrne? Ecco, la sua «carriera» si chiude definitivamente. La serie thirller Absentia è stata cancellata dopo tre stagioni; l’attrice Stana Katic, dopo Castle, non interpreterà più il suo personaggio. L’annuncio è stato fatto da Katic sul suo profilo Twitter, che ha confermato che la storia di Absentia era stata concepita solo per tre stagioni.

Absentia chiude i battenti: il messaggio della protagonista Stana Katic

Stana Katic ha ringraziato il cast, la troupe e tutta la produzione della serie: «Sebbene fossimo stuzzicati dall’idea di continuare la storia, Absentia è sempre stata pensata per durare tre stagioni, e non potevo pensare a un finale migliore... per qualsiasi persona su questo pianeta, ma soprattutto per Emily e i suoi cari»,

Poi ha continuato dicendo: «Quando nel gennaio 2017 mi hanno chiesto se ero pronta a trascorrere tre anni in Bulgaria a girare una serie tv via cavo, non avevo idea di cosa mi aspettasse. Non avrei mai potuto immaginare le collaborazioni creative e le amicizie che avrebbero plasmato e arricchito la mia vita. Tre stagioni sono state la durata perfetta di un viaggio bello, complicato e meravigliosamente appagante». In calce alla notizia trovate il post Twitter su Absentia.

Di che cosa parla Absentia?

Emily Byrne è scomparsa mentre era sulle tracce di un serial killer: l’agente dell’FBI è sopravvissuta a sei lunghi anni di torture fisiche e mentali. Sarà un periodo straziante per Emily, che dovrà cercare di ritrovare se stessa dopo le atrocità subite. Riuscirà a tornare l’agente di prima? E il suo ruolo di madre? Tutto questo verrà reso più complicato quando verrà accusata di omicidio.

Nella terza e ultima stagione, l’ex marito Nick Durand e sua moglie Emily sono dovuti intervenite per un caso che ha sconvolto gli equilibri della loro vita, mettendoli in pericolo. La sospensione dall’FBI hanno rallentato l’agente Byrne, che nel frattempo ha dovuto salvare Nick, scoprendo una pericolosa cospirazione.