Autore: Melina Forte

Automobili - Italia

22
Ott

Obbligo pneumatici invernali: le cose da sapere

Dal 15 novembre scatta l’obbligo dei pneumatici invernali: ecco una serie di informazioni da sapere sul cambio delle gomme da neve.

Di questi tempi, ci si chiede quando montare le gomme invernali. Il codice stradale prevede che l’obbligo dei pneumatici invernali sia sulle auto che sui mezzi pesanti scatti a partire dal 15 novembre 2019 fino al 15 aprile 2020.
Dal 2015 è obbligatorio circolare con gomme da neve oppure con a bordo le catene, ma gli Enti hanno la possibilità di accorciare o estendere l’obbligo specificando in quali strade non è necessario avere le gomme invernali. Per fugare ogni dubbio sull’argomento, abbiamo cercato di rispondere ad una serie di domande.

Come riconoscere i pneumatici invernali?

Per il Codice della strada, le gomme invernali devono essere dotate della marcatura M+S (Mud+Snow, fango e neve) che garantisce che il veicolo può circolare nel periodo invernale in sicurezza. Infatti, montare le gomme invernali è importante per la sicurezza stradale in quanto aumenta la tenuta e diminuisce gli spazi di frenata, quando la temperatura scende sotto i 7/8 gradi.

Negli ultimi anni, grazie anche alle recenti innovazioni tecnologiche, sono stati creati nuovi pneumatici come gli All Season. Hanno anch’essi il marchio M+S, ma hanno un indice di velocità (la velocità massima che lo pneumatico è in grado di sopportare senza esser danneggiato) tale per cui si può evitare il cambio gomme al fine inverno, poiché garantiscono una buona stabilità al veicolo in tutte le condizioni metereologiche.

Le gomme invernali possono essere utilizzate anche d’estate?

Premettiamo che le gomme invernali sono particolarmente sensibili alle alte temperature e mantenerle anche nei mesi estivi comporta dei rischi per la sicurezza visto che il veicolo può non aderire perfettamente all’asfalto.
Tuttavia, il Codice della strada non dà direttive precise in questo senso: non vi è alcun divieto riguardo l’utilizzo delle gomme invernali in estate, ma si parla solamente di indici di velocità.
Per poter tenere le gomme invernali anche in estate, occorre accertarsi che abbiano un indice di velocità pari o superiore ai 160 km/h (rappresentato dalla lettera “Q” e successive, sulla marcatura della gomma).

Dove sono obbligatorie le gomme da neve?

Solitamente l’obbligo dei pneumatici da neve esiste soprattutto in tutte le regioni dove gli inverni sono freddi e nevosi. Si può trovare, sul sito di Autostrade per l’Italia, una panoramica completa dei tratti interessati dall’obbligo, basta andare alla pagina Operazioni invernali.

Inoltre, con la circolare numero 1.049 del 17 gennaio 2014, il Ministero dei Trasporti ha chiarito che chi monta pneumatici di tipo m+s con codice di velocità inferiore a quanto indicato in carta di circolazione, può viaggiare dal 15 ottobre al 15 maggio.

A quanto ammontano le multe per chi non rispetta l’obbligo?

Gli importi delle multe per chi non rispetta l’obbligo delle gomme invernali variano:

  1. nei centri abitati, si parte da un minimo di 41 euro fino a 168 euro,
  2. fuori i centri abitati (come strade extraurbane o autostrade), invece da un minimo di 84 euro si arriva a 335 euro.

Le sanzioni scattano 30 giorni dopo l’entrata in vigore dell’obbligo.
Le multe con possibile ritiro del libretto sono ancora più salate per chi monta anche dopo il periodo obbligatorio le gomme invernali con codice inferiore alle indicazioni della carta di circolazione.
Per non incorre in sanzioni, si può installare sulla propria auto un set di gomme 4 stagioni (sempre contrassegnate dal simbolo M+S) perché il loro utilizzo è consentito per tutto l’anno dal Codice della Strada.

Quanto costa mettere le gomme da neve?

I costi delle gomme invernali variano da un minimo di 400€, per 4 gomme da 15 pollici di diametro, fino ad un massimo di 950€, per quelle da 17 o 19 pollici (il montaggio è sempre incluso).