Autore: B.A

Rc Auto

Rc Auto: più vecchia è la macchina più sale l’assicurazione, ecco la verità che pochi conoscono

Perché l’età della nostra auto incide sul prezzo del premio per l’assicurazione Rca obbligatoria?

Più vecchia è la propria automobile, più si spende di assicurazione. Una affermazione che sembra strana ma che invece è la cruda verità come evidenzia addirittura l’Automobile Club Italia (Aci) e come emerge da uno studio del sistema assicurativo italiano condotto dal noto sito di settore, che permette anche di comparare i diversi preventivi assicurativi di molte delle compagnie operanti sul nostro territorio, “Segugio.it”.

Stando all’analisi condotta dal noto sito internet, con l’aumentare dell’anzianità del nostro veicolo, aumenta anche il corrispettivo da pagare per l’assicurazione obbligatoria per circolare, quella che copre i danni provocati dal nostro veicolo, cioè la Rc Auto. Vediamo i motivi di questa cosa e perché con l’aumentare degli anni di vita del nostro veicolo dovremmo subire questo aumento delle tariffe della nostra assicurazione

TI POTREBBE INTERESSARE: RC Auto: cosa controllare sulla polizza e le novità del contratto base

Auto vecchia assicurazione più cara

Ricapitolando, con l’aumentare dell’anzianità dell’auto, cioè con l’aumentare gli anni dalla prima immatricolazione, aumenta il prezzo della Rca. Il motivo è che secondo le statistiche, che nel settore assicurativo sono molto importanti per esempio, per determinare il prezzo delle polizze in ogni Regione (in Campania le assicurazioni Rca costano di più che in Basilicata perché le statistiche dicono che i sinistri in Campania sono maggiori), le auto più vecchie sono quelle che maggiormente vengono coinvolte in sinistri.

In pratica, aumentano gli anni delle auto, aumentano gli incidenti causati e naturalmente aumenta anche il corrispettivo da pagare per l’assicurazione. Non bisogna dimenticare che la polizza assicurativa compre il rischio derivante dall’utilizzo della propria auto. Ed operando sul rischio, appare evidente che più è rischioso coprire un veicolo, maggiore è il prezzo che bisogna pagare per assicurarlo.

TI POTREBBE INTERESSARE: RC Auto: quando si può intestare la polizza a persona diversa dal proprietario

Cosa si evince sulla Rca dallo studio condotto da Segugio.it

«Segugio.it», come dicevamo, sito leader nella comparazione assicurativa in Italia, ha prodotto uno studio che spiega nel dettaglio come la differente sinistrosità in base all’anno di costituzione del veicolo, incide sui premi assicurativi dovuti dagli automobilisti. Lo studio evidenzia come in ogni classe Bonus-Malus, il premio assicurativo aumenta proporzionalmente all’età dell’auto.

Nello specifico, la differenza fra il premio assicurativo di un’auto nuova e quello di un’auto con 10 anni o più di vita cresce all’aumentare della classe di Bonus-Malus. In altri termini, più è vecchia la macchina e più è alta la classe di merito, maggiore è la differenza di prezzo che occorre pagare come premio assicurativo tra un veicolo nuovo ed uno con 10 o più anni di vita.

L’analisi produce anche alcuni esempi specifici. Una autovettura in classe uno, se è più anziana di 10 anni, pagherà in media 77 euro in più di un veicolo di prima immatricolazione. Se invece il veicolo è in classe 14, tale differenza è enorme, nell’ordine di 426 euro medi in più tra le due tipologie di veicolo.