Autore: Cecilia Vecchi

Ricette

5
Mag

Gnocchi al pomodoro: quando la semplicità è sinonimo di bontà

La pasta fresca più semplice che puoi fare a casa, facile e gustosa per un menu completo e appetitoso.

Gli gnocchi sono la pasta fatta in casa più semplice che puoi preparare e le salse per accompagnarli sono quasi infinite.

Cosa ti serve per fare gli gnocchi

Ingredienti per 4-6 persone (se in eccesso, possono essere congelati)

  • 1,5 k di patate vecchie
  • 300 gr di farina comune
  • 4 tuorli d’uovo
  • sale
  • pepe o noce moscata (facoltativo)

Procedimento

Pungi le patate con uno stuzzicadenti, per evitare che esplodano e che perdano umidità, meglio se sono molto secche, e cuocile al forno a 180 gradi su un letto di sale grosso (se ce l’hai). Dipende dalle dimensioni, ma fai passare circa 1 ora.

Toglile e, se possibile senza scottarti, pelale e convertile in purè. Aggiungi la farina setacciata, i tuorli e il sale e a piacere anche il pepe o alla noce moscata. Inizia a maneggiare l’impasto, sul piano della cucina o su una tavola di legno, fino ad ottenere una massa liscia ed elastica.

Poi fai dei rollini allungati, tagliali a pezzetti e, se vuoi, falli rotolare sui denti di una forchetta per ottenere la loro forma caratteristica (ma puoi anche lasciarli così e riducili ad una pallina).

Lessali in abbondante acqua salata e scolali quando risalgono in superficie: come con qualsiasi altra pasta fresca, non è conveniente rovesciarli direttamente nello scolapasta perché sono delicati, quindi usa un colino o fai attenzione a scolarli.

Fare gli gnocchi senza forno

Se non hai il forno puoi semplicemente far bollire le patate. Tagliale a pezzi grandi, di uguali dimensioni, senza sbucciarle, ponile in una pentola con acqua fredda e molto sale e porta ad ebollizione. Cuocile per circa 15 minuti e quando sono morbide all’esterno, ma con il centro ancora piuttosto duro, scolale e pelale ancora calde. Riducile a purea e prosegui con il processo precedente.

Se non si mangiano tutti si può fare metà della pasta?

Puoi, ma non te lo consigliamo. Meglio farli tutti e cospargerli con semola, maizena, farina di riso, di ceci o qualsiasi altra dal sapore neutro (puoi usare anche quella di grano). Mettili separatamente sulla carta da forno o su una superficie piana e, quando sono già duri, richiudili in un sacchetto di silicone o uno per il ghiaccio e congelali. Non è necessario scongelarli prima: quando vuoi mangiarli, mettili direttamente in acqua bollente.

Le salse per i tuoi gnocchi

Non solo le semplici e canoniche salsa di pomodoro, che puoi fare in 15 minuti, o il burro sciolto con una manciata di salvia, ma ci sono tante possibilità per assaporare gli gnocchi. Dal classico pesto alla genovese a quello di barbabietola e pistacchio, pomodoro secco e nocciole, di peperoncino, anacardi e parmigiano; di pinoli con acciughe e prezzemolo o qualsiasi altra idea che ti venga in mente.

Se hai del tempo puoi prepararti un ragù alla bolognese con la carne che preferisci. Oppure cucinare una salsa a base di panna, una cipolla dorata e qualche altro ingrediente come: spinaci, formaggio morbido, funghi, dadini di prosciutto o qualche frutto secco tostato.

Ancora, puoi gratinarli con un formaggio a pasta dura e stagionata che si fonde bene come il parmigiano, il grana o un pecorino. Possono andare bene anche quelli più morbidi come l’emmental o la mozzarella. E se non ti piace o sei intollerante al formaggio sostituiscilo con delle briciole di pane grattugiato o delle noci tritate grossolanamente.