Autore: Cecilia Vecchi

Ricette

22
Mag

Ricetta pasta al pesto di maggiorana e olive

Usiamo la maggiorana per dare colore e sapore ad un pesto fresco, con un caratteristico tocco dolce. Una pasta corta e con consistenza, affinché la salsa si possa amalgamare bene, sarà il complemento perfetto.

La maggiorana è un’erba molto simile all’origano, ma cambia il suo punto acido quando viene consumata fresca e ti regala una tonalità di piacevole dolcezza. E’ meglio utilizzarla fresca perché essiccata perde parte del suo prezioso aroma. In cucina è perfetta per dare sapore alla carne e al pesce, così come alle minestre e alle verdure. Ed è proprio con questa dolcezza che insieme alle olive verdi puoi creare un pesto il cui colore viene esaltato grazie alla presenza degli spinaci.

Originario della Liguria, il pesto è un sugo che nacque nel XIX secolo che di base vede protagonisti il basilico, i pinoli e l’aglio. Fu Gio Batta Ratto nel suo libro La cuciniera genovese (1865) il primo a citare una ricetta con quel nome.

La nota salsa è composta da 7 ingredienti ed alcune accortezze. L’originale ricetta prevede l’aglio (di Vessalico e privato dell’anima), i pinoli, il basilico rigorosamente genovese, meglio se a foglia piccola; l’olio taggiasco, il pecorino fiore sardo, il Parmigiano Reggiano stagionato e il sale. Inoltre, andrebbe preparato con un mortaio in marmo e il pestello in legno. Non va mai scaldato ma consumato a freddo, magari diluito con appena un po’ di acqua di cottura della pasta.

Con questa ricetta rivisitata del pesto alla genovese, vogliamo farti condire una buona pasta corta ottenendo un risultato gustoso, verde e vivace. Puoi sostituire le mandorle con i pinoli, le noci o gli anacardi. E il parmigiano con il pecorino, oppure unirli insieme.

Ingredienti per 4 persone

  • 400 gr di pasta corta
  • 200 gr di olive verdi snocciolate
  • 1 spicchio d’aglio (o al gusto)
  • 1 grossa manciata di spinaci
  • 1 manciata di foglie di maggiorana fresca
  • 70 gr di mandorle
  • 5 cucchiai (60 ml) di olio extra vergine di oliva
  • 40 gr di parmigiano grattugiato
  • sale e pepe nero

Procedimento

Di una semplicità e una rapidità estreme, il pesto di maggiorana è un piacere non solo da gustare ma anche da preparare, perché è davvero una grande soddisfazione.

Per fare questa salsa per prima cosa devi lavare bene la maggiorana. Con l’aiuto di un frullatore, di un robot da cucina o di un mortaio fai una pasta con le olive verdi, lo spicchio d’aglio, gli spinaci crudi, le mandorle, l’olio d’oliva e il pepe nero.

Cuoci la pasta in abbondante acqua bollente con sale, per il tempo di cottura previsto nella confezione. Quando è al dente scolala, trattenendo 1 bicchierino dell’acqua della cottura per la salsa. Rimetti la pasta nella pentola insieme al pesto, all’acqua di cottura e al formaggio. Girala un po’, controlla il sale, aggiungi un po’ di pepe e servi immediatamente.

E non solo, puoi utilizzare il pesto per condire un’insalata, come sugo per le seppie o altri pesci alla griglia, oppure come sfizioso aperitivo sopra una fetta di pane abbrustolito. E se ti avanza, conserva il tuo pesto di maggiorana in vasetto di vetro chiuso ermeticamente.