Autore: Cecilia Vecchi

Ricette

30
Mag 2020

Ricetta insalata di pasta: ecco 3 tipologie da provare

Diamo un tocco di immaginazione, colore e sapore alle tue insalate di pasta. Una maniera originale per creare piatti nuovi e appetitosi, senza spaccarti in cucina.

Se pensi che le insalate di pasta siano noiose, vogliamo farti cambiare idea. E vogliamo darti alcuni suggerimenti per attivare la fantasia e dare ai fusilli, le penne o i maccheroni più intensità, sapore e allegria. E in un attimo puoi creare un piatto unico da leccarti i baffi, senza passare ore in cucina.

Le insalate di pasta che ti proponiamo cercano di sfuggire ai soliti stereotipi di questo tipo di preparazioni. Dimenticati del mais, il normale tonno in scatola, i cubetti di emmental o le rondelle di wurstel.

Tutte e 3 sono buonissime, ma in più le prime 2 sono perfette da portare fuori casa e magari assaporare in un prato, a bordo piscina o in spiaggia, sempre che sia consentito. L’ultima, invece, è preferibile consumarla appena fatta. Iniziamo.

Insalata di pasta con zucchine e funghi

  • 400 gr di zucchine
  • 200 gr di funghi
  • 200 gr di rigatoni cotti (o qualsiasi altra pasta)
  • 50 gr di mandorle tostate tritate
  • 2 cucchiai di basilico tritato più delle foglioline da decorare
  • 2 cucchiai di panna
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaio di senape
  • il succo di 1 limone
  • sale

Mescola il succo di limone con la senape e un pizzico di sale. Mentre stai mescolando, aggiungi la panna e l’olio d’oliva fino alla formare una vinaigrette emulsionata. Taglia a strisce sottili le zucchine e i funghi.

In una ciotola mescola le zucchine e i funghi con la pasta cotta, il basilico, le mandorle tritate e la salsa. Finisci il piatto con delle foglie di basilico e alcune mandorle intere da decorare.

Insalata di pasta con fagioli bianchi e pomodori

  • 250 gr di bonito in olio d’oliva (o meglio katsuobushi, in inglese bonito, è un tonnetto fermentato essiccato, ingrediente fondamentale nella cucina tradizionale giapponese)
  • 300 gr di fagioli bianchi cotti
  • 200 gr di pasta corta cotta (ad esempio fusilli)
  • 250 gr di pomodorini
  • 50 g di olive nere
  • 1/2 cipolla rossa tagliata a julienne
  • 8 filetti di acciuga
  • 2 spicchi di aglio
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • olio extra vergine di oliva
  • aceto di mele
  • sale

Cuoci per 2 minuti i pomodori in acqua bollente, mettili in un barattolo o in una ciotola, aggiungi l’aglio pelato e schiacciato, metti il sale e coprili completamente con olio. Lasciali un paio d’ore o, idealmente, 1 giorno a temperatura ambiente. Puoi approfittare per farne in quantità maggiori e conservarli in frigorifero, dove durano diversi giorni, e poi usarli per altre preparazioni.

Metti la cipolla in un’altra ciotola, aggiungi abbondante aceto e coprila con un po’ d’acqua. Mettila in frigo per lo stesso tempo dei pomodori. Mescola la pasta con il bonito, le acciughe tagliate sottilmente, i fagioli, i pomodori, la cipolla sgocciolata e le olive nere. Condisci con l’olio dei pomodori e con aceto a piacere, mescolando delicatamente per non rompere i fagioli.

Insalata pseudocesar con pasta

Ingredienti per l’insalata

  • Circa 250 gr di foglie di lattuga tagliate (preferibilmente romana o simile)
  • 50 gr di nocciole tostate
  • 2 petti di pollo bolliti o arrosto
  • 200 gr di pasta corta cotta
  • Parmigiano in scaglie

Per il condimento

  • 3 tuorli d’uovo
  • 3 acciughe sminuzzate
  • 1 cucchiaio e mezzo di aceto
  • 1 cucchiaio e mezzo di salsa di soia
  • 4 cucchiai di Parmigiano grattugiato
  • olio di oliva

Inizia con il condimento mescolando i tuorli d’uovo, le acciughe, l’aceto e la salsa di soia. Aggiungi poco a poco l’olio d’oliva fino a quando ottieni una salsa densa. Termina aggiungendo il Parmigiano grattugiato.

Unisci poi la pasta cotta con la lattuga tagliata, le nocciole tostate tritate, i petti di pollo a pezzettini e il condimento. Mescola bene il tutto e servi con sopra delle scaglie di Parmigiano.